Conte presenta la fase 3 agli italiani: "Rinnovato entusiasmo ma attenzione alle precauzioni"

Il premier: ""il trend dei nuovi casi diagnosticati è in costante diminuzione in tutte le regioni. Ci conforta perchè dimostra che la strategia è stata giusta e ci dà fiducia in vista delle decisioni che saremo chiamati a prendere nelle prossime settimane"

 

"Questa crisi deve essere un'occasione per superare i problemi strutturali e ridisegnare il Paese": il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è tornato a parlare agli italiani presentando l'avvio della Fase 3 per l'uscita dall'emergenza covid-19, apertasi oggi con lo sblocco dei confini tra le regioni e delle frontiere con i Paesi Ue, Schengen e il Regno Unito: "Dobbiamo fare i conti con l'emergenza economica e sociale . ha dichiarato Conte - Ci rendiamo conto dei ritardi, ci rendiamo conto che ci stiamo confrontando con una legislazione che non era affatto pronta a erogazioni così generalizzate. Di questi ritardi ho chiesto già scusa e stiamo intervenendo per pagare più velocemente bonus e ammortizzatori sociali".

"Colgo un rinnovato entusiasmo. ha aggiunto - , c'è grande attenzione per questa socialità ritrovata: giustissimo, ci meritiamo il sorriso e l'allegria dopo settimane di sacrifici ma è bene ricordare sempre che se siamo tra i primi Paesi Ue che può permettersi di riavviare le attività è perché abbiamo accettato tutti insieme di compiere dei sacrifici. Dico solo, facciamo attenzione: le uniche misure efficaci" contro il virus sono "distanziamento fisico e uso, ove necessario delle mascherine. Abbandonare queste precauzioni è una grave leggerezza". Sarebbe una leggerezza abbandonare le misure di sicurezza. Dal distanziamento sociale alle mascherine lì dove sono obbligatorie".

Il premier ha poi spiegato che "il trend dei nuovi casi diagnosticati è in costante diminuzione in tutte le regioni. Ci conforta perchè dimostra che la strategia è stata giusta e ci dà fiducia in vista delle decisioni che saremo chiamati a prendere nelle prossime settimane. La fase più acuta dell'emergenza sanitaria è alle spalle ma ora dobbiamo fare i conti con l'emergenza economica" ha rimarcato il presidente del Consiglio.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento