Controlli dei carabinieri: cinque arresti, sequestrato un fucile

Nelle ultime 36 ore arrestati un borseggiatore, alcuni spacciatori. Sequestrato un fucile calibro 12 detenuto illegalmente da un giovane che minacciava l'ex compagna

Durante i servizi di controllo svolti dai carabinieri nelle ultime 36 ore, cinque persone sono state arrestate a Bari.

Il primo a finire in manette è stato un pregiudicato 49enne originiario di Santo Spirito. L'uomo è stato arrestato dai Carabinieri con l’accusa di furto aggravato:  con una pinza metallica di tipo chirurgico, era riuscito a sfilare 150 euro dalle tasche di un anziano che non si era accorto di nulla. Fortunatamente il furto è stato notato da una pattuglia di vigilantes che hanno immediatamente allertato i carabinieri. I militari sono intervenuti rapidamente e hanno arrestato l'uomo, trovandolo in possesso del denaro e della pinza, poi sequestrati. Il 49enne è adesso agli arresti domiciliari, mentre i carabinieri indagano per risalire alla vittima del furto.

MINACCE ALLA EX - A Bari un pregiudicato 29enne, originario del quartiere San Paolo, il quale, si è recato presso l’abitazione della sua ex compagna, una 21enne di Carbonara, e l'ha minacciata di morte. I militari hanno quinidi perquisito l’abitazione del giovane rinvenendo un fucile calibro 12 con matricola abrasa, detenuto illegalmente. Adesso il giovane, sottoposto agli arresti domiciliari, dovrà rispondere di detenzione illegale di arma comune da sparo e di minaccia grave.. Sul conto del fucile sequestrato, invece, verranno svolti alcuni accertamenti per stabilirne la provenienza e per verificare se l’arma sia stata utilizzata per la commissione di altri delitti.

SPACCIATORI IN MANETTE - Nel Borgo Antico, un 32enne di Japigia è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, dopo esssere stato sorpreso dai militari nell'atto di cedere una dose di cocaina a un 'cliente' della Città Vecchia. Per il 32enne sono scattati gli arresti domiciliari, mentre l'acquirente è stato segnalato alla Prefettura come consumatore di stupefacenti.

Per spaccio sono state arrestate anche altre due persone: un tunisino 19enne residente a Torre a Mare ed un 29enne del quartiere Carrassi. Il tunisino è stato sorpreso dai carabinieri in Largo Crollalanza, mentre cedeva una dose di hashish ad un lèttone 24enne, ed è stato poi trovato in possesso di altri 20 grammi della stessa sostanza. Il barese, invece, è stato sorpreso dai militari nel quartiere Loseto, in via Trisorio Liuzzi, mentre cedeva due dosi di cocaina ad un 42enne. La successiva perquisizione ha consentito di rinvenire altri 8 grammi complessivi e una banconota da 50 euro, il tutto posto sotto sequestro. Entrambi sono finiti ai domiciliari.

Potrebbe interessarti

  • ''U scazzecappetìte'': sapete cos'è?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • 7 consigli per eliminare il cattivo odore delle ascelle

  • Animali domestici: le regole da rispettare se vivi in un condominio

I più letti della settimana

  • Si sottopone a operazione per dimagrire, madre 35enne muore dopo bendaggio gastrico alla clinica Mater Dei

  • Battiti Live a Bari, svelato il cast: ecco chi sarà sul palco per il gran finale

  • Punta la pistola contro universitari e pretende di parcheggiare: "Toglietevi da lì", paura per 3 ragazzi a San Pasquale

  • Dal gioco d'azzardo alle estorsioni agli imprenditori: la mappa dei racket dei clan in città

  • Morta dopo intervento per dimagrire alla Mater Dei, indagati 3 medici: domani l'autopsia

  • Furbetti del cartellino all'ospedale San Giacomo di Monopoli: i nomi dei 13 arrestati

Torna su
BariToday è in caricamento