Controlli dei carabinieri nei quartieri: undici arresti e cinque denunce

Da Madonnella a Japigia, passando per Murattiano e San Girolamo: scoperte numerose attività di spaccio. Rinvenuti, in via Caldarola, modem e materiale elettronico, rubati da una ditta: erano nascosti nell'androne di un palazzo

Undici arresti e 5 denunce: è il bilancio di un servizio di controllo straordinario dei carabinieri nei quartieri della città. In particolare, in zona San Girolamo, in via Respighi, nelle vicinanze di un centro sportivo, è stata rinvenuta e sequestrata una pistola semiautomatica calibro 7.65, con matricola abrasa, completa di due serbatoi privi di munizioni, scovata in un cassonetto in plastica. 

A Japigia, invece, nell’androne condominiale di una palazzina popolare di via Caldarola, i militari hanno rinvenuto 14 modem router di alcuni gestori di telefonia a rete fissa, 3 caricabatterie elettrici per cellulare e materiale per impiantistica elettronica, provento di una rapina di un’autovettura avvenuta alla fine del mese scorso ai danni di una ditta di installazione impianti elettrici; 

Nel quartiere Madonnella, un 30enne è stato bloccato dopo aver ceduto 5 grammi di marijuana ad un 25enne della zona, La perquisizione a suo carico ha permesso di rinvenire ulteriori 8 grammi di marijuana. Il giovane è stato quindi condotto ai domiciliari. In strada Pantano San Francesco, invece, i militari hanno arrestato e un detenuto agli arresti domiciliari di 46anni, trovato all’esterno della propria abitazione in compagnia di persone estranee al proprio nucleo familiare, mentre in via Michelangelo Signorile, bloccato un sorvegliato speciale di 40 anni: nel corso di un controllo notturno non era in casa ma è stato arrestato successivamente mentre rientrava. Per due giovani agli arresti domiciliari, infine, rispettivamente di 24, 36 e una ragazza di 22 anni, anch’essa ai domiciliari, sono scattati i provvedimenti di revoca della misura e condotti in carcere, a seguito di reiterate violazioni delle misure a cui erano sottoposti. 

Cinque persone, invece, sono state denunciate dai Carabinieri della Compagnia di Bari Centro, tra cui un 33enne, del Borgo Antico, denunciato per detenzione di sostanze stupefacenti, trovato in possesso di 62 grammi di hashish ed una provetta contenente olio di hashish;  un 27enne detenuto agli arresti domiciliari denunciato per violazione degli obblighi, sorpreso a dialogare con persone estranee al proprio nucleo familiare. Te persone, infine, un 53enne e due donne di 44 e 40 anni,  sono state denunciate per un furto commesso lo scorso mese di gennaio ai danni di un negozio di abbigliamento di via Principe Amedeo, da dove trafugarono capi di abbigliamento per circa 500 euro. 

I militari del Nucleo Radiomobile di Bari invece hanno arrestato 5 persone, tra cui un 36enne e un 30enne controllati all’interno di un circolo ricreativo. Un 26enne, invece, è stato trovato in compagnia di persone gravate da condanne penali. I tre dovranno rispondere di violazione degli obblighi imposti. Due detenuti ai domiciliari, invece, sono stati arrestati per evasione, poiché un 30enne, non reperito in casa, è stato rintracciato all’interno di una sala giochi, mentre un 34enne è stato sorpreso fuori dalla propria abitazione mentre era alla guida di un ciclomotore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Finanza a Bari, raffica di arresti e sequestri: smantellato traffico di armi e droga dall'Albania

  • Grave incidente tra due auto: morti un uomo e una donna. Deceduto anche il loro cagnolino

  • Traffico di droga e armi dall'Albania, quindici arresti a Bari: i nomi

  • Alla guida senza patente e con addosso eroina, non si ferma all'alt della polizia: inseguimento da film in Tangenziale

  • Fulmine colpisce aereo Ryanair, odissea per i passeggeri del Bari-Londra: partiti con 10 ore di ritardo

  • Le orecchiette di Bari vecchia finiscono sul New York Times: in prima pagina il "crimine della pasta"

Torna su
BariToday è in caricamento