Corato, picchiato migrante e raid nella casa dei rifugiati: 6 denunce

Indagano i carabinieri: ad effettuare il raid, sarebbero stati 6 ragazzi del paese, tra i 17 e i 22 anni. La vittima del pestaggio ha riportano una prognosi di 15 giorni. Danneggiata la struttura dove alloggiano gli ospiti di un progetto di accoglienza

Dopo aver pestato un 28enne di origini ghanesi, avrebbero fatto irruzione in una casa utilizzando bastoni e pietre. E' accaduto a Corato, nel storico, ai danni un gruppo di ragazzi africani ospiti del progetto Sprar, per l'accoglienza ai rifugiati e richiedenti asilo: i carabinieri hanno denunciato 6 giovani del luogo, tra i 17 e i 22 anni, accusati, a vario titolo, di lesioni personali e danneggiamento. La vicenda si sarebbe verificata nella notte tra sabato e domenica.

Il 28enne ghanese, avrebbe raccontato ai carabinieri, di essere stato inizialmente preso in giro dal gruppo per strada con frasi in dialetto, per lui incomprensibili, quindi picchiato violentemente, riportando una prognosi di 15 giorni. Quindi, sarebbe stata la volta dell'assalto all'appartamento. Sono stati notati danni alle porte alle finestre. Quindi, le indagini dei militari che hanno portato alla denuncia dei 6.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo e allerta arancione sul Barese: scuole chiuse in alcuni Comuni

  • Incidente stradale, terribile tragedia nel Barese: uomo investito e ucciso mentre stava tornando a casa

  • Crollano calcinacci dal cavalcavia della SS16, danni alle auto: tratto chiuso al traffico

  • Lotta ai tumori, il cioccolato 'nero' è un alleato della prevenzione. Ricercatore di Bari: "20 grammi ogni due giorni"

  • Attimi di tensione in una scuola, papà entra e schiaffeggia 14enne: "Lascia stare mio figlio"

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

Torna su
BariToday è in caricamento