Realizzazione della nuova sede del Consiglio regionale, dopo la Procura indaga anche la Corte dei Conti

I giudici si starebbero concentrando sulle guarnizioni per le finestre: a gennaio scorso le piogge provocarono l'allagamento di una parte della struttura di via Gentile

La Corte dei Conti, già impegnata in un'indagine sui costi per la realizzazione della nuova sede del Consiglio regionale della Puglia, in via Gentile avrebbe aperto un nuovo fascicolo sulle forniture, per verificare se ci sia danno erariale. La notizia è riportata da La Repubblica - Bari: i giudici si starebbero concentrando sulle guarnizioni per le finestre, dopo che una parte della nuova sede, a gennaio, si era allagata in seguito alle copiose piogge.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Corte dei Conti aveva già indagato sulla nuova sede del Consiglio regionale in seguito ad un esposto del M5S sui costi eccessivi per le plafoniere. Su quest'ultima vicenda è in corso una indagine anche da parte della Procura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Superbonus al 110%, ristrutturare casa a costo zero: chi può richiedere la detrazione e quali lavori effettuare

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

Torna su
BariToday è in caricamento