Bari in festa per San Nicola: tra figuranti e danzatori in volo sfila il corteo storico

Dal Castello Svevo alla Basilica, la sfilata che rievoca la traslazione delle reliquie del Santo di Myra nel 1087. Grande curiosità per la novità di quest'anno, lo spettacolo di danza aerea che accompagna il corteo

Tutti con gli occhi puntati sulla Caravella e sui nove quadri del corteo storico, con i suoi nobili, soldati, popolani e marinai. Ma anche tutti con il naso all’insù, catturati dalla danza delle ballerine volanti che per la prima volta quest’anno hanno accompagnato la rievocazione storica che ricorda l’arrivo a Bari delle reliquie di San Nicola.

VIDEO: LE IMMAGINI DEL CORTEO STORICO 2016

E’ un corteo nel segno della tradizione popolare,  quello diretto dal regista Francesco Brollo, che vede anche il ritorno dei cavalli, la cui assenza negli anni passati aveva scontentato non pochi baresi . Ma è anche una sfilata che punta a stupire gli spettatori, grazie ai volteggi sospesi nel vuoto dei ballerini della compagnia Res Extensa, nello spettacolo curato da Elisa Barucchieri.

A catturare l’attenzione, mentre il corteo si snoda lungo le strade del murattiano,sono soprattutto loro, i danzatori in volo. Sospesi in alto grazie ad una particolare struttura montata a bordo di un tir, volteggiano nell’aria narrando tre dei miracoli di San Nicola: I Marinai, I Tre Generali,  Il Grano. Altre tre ballerine invece si avvicendano esibendosi sospese nell’aria grazie a un grappolo di palloncini a elio. 

VIDEO: LE OPINIONI DEI BARESI SUL CORTEO STORICO

Tra figuranti e danzatori volanti, la sfilata, partita dal castello svevo, scorre tra gli sguardi attenti di migliaia di spettatori, assiepati lungo il percorso. Tuttavia non manca qualche intoppo. Tra corso Cavour e il lungomare. Il corteo si sfilaccia un po’ troppo, e le transenne non tengono, con la gente che finisce per occupare anche il percorso tracciato per la sfilata. E così, la Caravella, è costretta poi a farsi spazio un po’ a fatica tra la folla.

Cattura e affascina il pubblico il finale dello spettacolo di danza aerea davanti al teatro Petruzzelli, con i palloni bianchi utilizzati dai ballerini che alla fine vengono liberati in cielo, regalando a tutti, bambini e adulti, un momento di stupore e di magia.

Intanto, seguendo il suo tradizionale percorso, il resto del corteo raggiunge il sagrato della Basilica. Qui, preceduto da uno spettacolo dei timpanisti e dal racconto delle vicende legate all’arrivo a Bari di San Nicola, l’ultimo atto della rievocazione: il marinaio Matteo e l’Abate Elia consegnano al Priore l’effige del Santo di Myra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz a Bari, raffica di arresti nel clan Parisi-Palermiti-Milella: smantellati arsenale da guerra e traffico di droga

  • Colpo al clan Parisi-Palermiti-Milella: i nomi degli arrestati nel blitz dei carabinieri a Bari

  • Grave incidente tra due auto: morti un uomo e una donna. Deceduto anche il loro cagnolino

  • Alla guida senza patente e con addosso eroina, non si ferma all'alt della polizia: inseguimento da film in Tangenziale

  • L'arsenale dei Parisi-Palermiti-Milella in un anonimo appartamento di Japigia. Chili di cocaina pronti per i clan di tutta la città

  • Le orecchiette di Bari vecchia finiscono sul New York Times: in prima pagina il "crimine della pasta"

Torna su
BariToday è in caricamento