Cozze e pesce azzurro "fuorilegge", sequestrate 11 tonnellate

Il carico, privo di documenti relativi alla tracciabilità della merce, era stipato a bordo di tre furgoni bloccati dalla Finanza a Gioia del Colle

Un carico di 11 tonnellate di cozze nere e alici è stato sequestrato dai finanzieri di Gioia del Colle.  Nell'ambito di controlli su strada finalizzati a verificare i documenti di trasporto delle merci, i militari hanno intercettato tre furgoni isotermici, due dei quali trasportavano complessivamente kg. 8.580 di cozze nere provenienti da Taranto, destinate ad aziende di Bari, mentre il terzo, con a bordo Kg. 2.790 di pesce azzurro, era proveniente da Bari e diretto in provincia di Taranto.

 

In tutte e tre i casi, è stata accertata l'assenza di documentazione attestante la “tracciabilità” della merce, così come previsto dalla normativa comunitaria e nazionale, necessaria a garantire la commestibilità e la genuinità dei prodotti ittici.

Le attività sono state svolte in collaborazione con il medico veterinario del Dipartimento Prevenzione ASL di Bari. Dopo il sequestro, l'intero carico è stato distrutto. Nove i responsabili segnalati all’Autorità Amministrativa.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aggualto a colpi di pistola tra i vicoli di Triggiano: pregiudicato 36enne ferito

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • "Dove si colloca l'Iran nel globo?" E gli americani indicano la Puglia: i risultati (tutti da ridere) del sondaggio

  • Chiude un altro negozio storico in città: addio a Ventrelli, al suo posto nascerà un casinò

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Pos obbligatorio dal 2020 per tutti i commercianti italiani: come e quando munirsi per i pagamenti

Torna su
BariToday è in caricamento