Cozze e pesce azzurro "fuorilegge", sequestrate 11 tonnellate

Il carico, privo di documenti relativi alla tracciabilità della merce, era stipato a bordo di tre furgoni bloccati dalla Finanza a Gioia del Colle

Un carico di 11 tonnellate di cozze nere e alici è stato sequestrato dai finanzieri di Gioia del Colle.  Nell'ambito di controlli su strada finalizzati a verificare i documenti di trasporto delle merci, i militari hanno intercettato tre furgoni isotermici, due dei quali trasportavano complessivamente kg. 8.580 di cozze nere provenienti da Taranto, destinate ad aziende di Bari, mentre il terzo, con a bordo Kg. 2.790 di pesce azzurro, era proveniente da Bari e diretto in provincia di Taranto.

 

In tutte e tre i casi, è stata accertata l'assenza di documentazione attestante la “tracciabilità” della merce, così come previsto dalla normativa comunitaria e nazionale, necessaria a garantire la commestibilità e la genuinità dei prodotti ittici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le attività sono state svolte in collaborazione con il medico veterinario del Dipartimento Prevenzione ASL di Bari. Dopo il sequestro, l'intero carico è stato distrutto. Nove i responsabili segnalati all’Autorità Amministrativa.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Coronavirus, viola la quarantena ed esce per fare la spesa: barese beccato dai carabinieri

  • Come proteggersi dal contagio del ''Coronavirus'': le mascherine, i disinfettanti e le abitudini igieniche

  • Tragedia a Bari: scende per ritirare la frutta, cade a terra e muore. "La versione dell'infarto non convince i figli"

  • Party di compleanno per i 18 anni nonostante i divieti coronavirus: in casa arriva la Polizia, scattano multe salatissime

  • Incendio all'alba in un ristorante a Bitritto, fiamme distruggono il 'Ranch'

  • Primo decesso per Coronavirus a Modugno, il dolore del sindaco Magrone: "Una sconfitta di tutti"

Torna su
BariToday è in caricamento