Cucciolo di cinghiale investito da un'auto al San Paolo: "Ore in agonia, soccorso solo dai cittadini"

L'episodio si è verificato ieri sera. L'esemplare era stato subito accudito dall'automobilista che lamenta di non essere stata aiutata dalle autorità competenti: "Mi hanno detto che è un animale selvatico e non si poteva fare nulla"

Un cucciolo di cinghiale ha subito gravi ferite alle gambe dopo essere stato investito da un'auto nel quartiere San Paolo. L'episodio si è verificato ieri sera. La conducente dell'auto si è subito fermata e a chiesto aiuto affinchè l'animale venisse adeguatamente soccorso. La ragazza, però, spiega, attraverso un messaggio sulla bacheca Facebook del sindaco Antonio Decaro, di aver effettuato numerose chiamate a chi di dovere ricevendo risposte laconiche: "Sono animali selvatici e non possiamo fare nulla, lo lasci sul ciglio della strada e se ne vada". L'esemplare è stato dapprima spostato da alcuni ragazzi, non senza difficoltà per le fratture alle gambe. Dopo ore di agonia, è stato soccorso nuovamente da un gruppo di cittadini del quartiere. Al momento sono incerte le condizioni del piccolo cinghiale.

Potrebbe interessarti

  • ''U scazzecappetìte'': sapete cos'è?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • 7 consigli per eliminare il cattivo odore delle ascelle

  • Animali domestici: le regole da rispettare se vivi in un condominio

I più letti della settimana

  • Si sottopone a operazione per dimagrire, madre 35enne muore dopo bendaggio gastrico alla clinica Mater Dei

  • Battiti Live a Bari, svelato il cast: ecco chi sarà sul palco per il gran finale

  • Punta la pistola contro universitari e pretende di parcheggiare: "Toglietevi da lì", paura per 3 ragazzi a San Pasquale

  • Dal gioco d'azzardo alle estorsioni agli imprenditori: la mappa dei racket dei clan in città

  • Morta dopo intervento per dimagrire alla Mater Dei, indagati 3 medici: domani l'autopsia

  • Furbetti del cartellino all'ospedale San Giacomo di Monopoli: i nomi dei 13 arrestati

Torna su
BariToday è in caricamento