Degrado in corso Cavour, Melini: “Il sindaco faccia qualcosa”

I senza fissa dimora presenti nell'area dell'ex Galleria, smantellata all'incirca un mese fa, non intendono trasferirsi. La consigliera circoscrizionale: "Situazione igienico-sanitaria inaccettabile"

La Galleria che ospitava gli ambulanti di corso Cavour è stata smantellata da oltre venti giorni. Ma loro hanno deciso di rimanere lì, sotto gli alberi, con tanto di materassi, cuscini, coperte, stendi panni, poltrone, radio e bottiglie (in particolare di vino, ndr). Si tratta dei tre senza fissa dimora che da alcuni mesi hanno deciso di stazionare nell’area pedonale di fronte alla Chiesa del Sacro Cuore. La situazione igienico-sanitaria della zona è davvero a rischio, tanto che la consigliera della VII circoscrizione, Irma Melini, ha deciso di prendere carta e penna e di inviare una nota al sindaco Michele Emiliano, al comandante della Polizia Municipale Stefano Donati e alla direzione generale della Asl di Bari: “Ho chiesto un immediato intervento per cercare di ripristinare le norme igieniche su corso Cavour – afferma – Queste persone usano il marciapiede come orinatoio e defecatoio a cielo aperto; la mattina i commercianti si ritrovano qualsiasi cosa sotto i loro negozi e  la situazione sanitaria complessiva della strada peggiora giorno dopo giorno”.

I residenti hanno allertato i servizi sociali, ma a quanto pare i tre senza fissa dimora non hanno alcuna voglia di accettare una soluzione alternativa ad una vera e propria casa: “E’ davvero una vergogna – afferma Luigi R., residente – abito qui vicino e vedo queste povere persone fare di tutto sul marciapiede, ieri ho visto una busta piena di pasta riversata per strada, per non parlare dei sacchetti pieni di urina nascosti sotto le macchine”.
Vivono attendendo che la Chiesa apra per chiedere l’elemosina. “Spesso reclamano una moneta a chi parcheggia le auto – riferisce Vito M, altro residente della zona – e poi la sera si svestono per lavarsi e mangiare: un vero e proprio bivacco!”.
Con loro è difficile parlare, non ne hanno voglia e temono di poter essere mandati altrove. Non reagiscono bene. E se qualcuno gli fa notare che è possibile trovare un’altra soluzione rispondono: “O qui o una casa!”

Stefano Donati, comandante della polizia municipale, dalle colonne di Bari Today ha spiegato che in queste situazioni si riesce a fare ben poco, anche perché una volta sgombrata una zona i clochard ne vanno ad occupare un’altra “non risolvendo affatto il problema”. Fatto sta che la situazione sta degenerando e anche i commercianti iniziano a risentirne: “Francamente sono mesi che persiste questo degrado”, racconta una commessa di un noto negozio della strada, “credo che qualcuno debba aiutarli e certo non è rimanendo con le mani in mano che la situazione potrà migliorare, certo che lo spettacolo a cui assistiamo è davvero desolante”.

L’area pedonale dell’ex Galleria si trasformerà in un giardino entro la fine dell’anno.  Almeno questo è il progetto della Banca Popolare di Bari che, in accordo con Comune, ha deciso di sponsorizzare la riqualificazione dell’intero marciapiede. Il progetto consiste nel realizzare un’area pedonale allargata, che escluda il transito di vetture in quella piccola porzione di strada che separa l’isolato della Chiesa da quello dell’area pedonale. Il progetto sarà presentato nei prossimi giorni alla Soprintendenza, con l’obiettivo di concludere tutto entro dicembre.

 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Efficienza di spesa e servizi nei capoluoghi, Bari nelle ultime posizioni: è 48esima su 52 città

  • Politica

    Sostegno al candidato leghista da parte dell'assessore Di Gioia, pronta la mozione di sfiducia da sei consiglieri

  • Attualità

    Dalle Tecniche ortopediche al Data Science, l'Università lancia sei nuovi corsi di laurea

  • Attualità

    Scoperta la targa dedicata alla granduchessa di Russia Elizaveta Feodorovna: "Su suo impulso nacque la Chiesa russa di Bari"

I più letti della settimana

  • Pesciolini d'argento in casa: cosa sono e come difendersi

  • Trema la terra nel Nord Barese: scossa di terremoto avvertita anche a Bari, gente in strada

  • Traffico di droga sull'asse Verona-Bari: colpita 'cellula' del clan Di Cosola, 19 arresti

  • Colpo all'alba in via Dante: furto nella gioielleria Gabriella Trizio

  • Terremoto nel Nord Barese, sospesi treni sulla Bari-Foggia. Stop anche al traffico delle Fal

  • Associazione mafiosa, droga, armi: al via processo ai clan Capriati e Diomede-Mercante, 90 imputati

Torna su
BariToday è in caricamento