Transenne sul Lungomare al posto delle ringhiere, il M5S: "Intervenire al più presto"

Il Movimento Cinque Stelle chiede il ripristino del decoro, in vista dei festeggiamenti di San Nicola e del G7 in programma a maggio. Carelli: "Attendiamo riscontri dal 2016"

Transenne al posto delle classiche ringhiere: da troppo si presenta così un tratto del lungomare Imperatore Augusto, a due passi dal Fortino e dal molo Sant'Antonio, in una zona dove non manca il degrado tra graffiti e panchine rotte. A segnalare la mancanza delle protezioni, chiedendo interventi al più presto, è il Movimento Cinque Stelle al Municipio I: "I cittadini baresi e i pellegrini che arriveranno a maggio per festeggiare San Nicola, sono oramai abituati da due anni alla presenza di queste transenne - afferma il consigliere municipale Italo Carelli - ci si sono quasi affezionati oramai. Mentre, con i ministri delle Finanze di Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti e Canada, che si ritroveranno a Bari dall'11 al 13 maggio per il G7 finanziario, unitamente si presidenti delle banche centrali dei rispettivi paesi, della Banca Centrale europea e i responsabili del Fondo Monetario Internazionale, potremmo giocarcela facendogliela passare come una installazione artistica postmoderna. Abbiamo dunque protocollato una nota per richiedere che venga immediatamente ripristinato il decoro di quel tratto di lungomare, molto frequentato anche da turisti, per ricordare all'assessore Galasso l'impegno preso a novembre del 2016 quando ci disse che sarebbe stato tutto sistemato in una quindicina di giorni".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    E' il giorno di Papa Francesco: Bergoglio a Molfetta nel nome di don Tonino Bello

  • Sport

    Divieto di trasferta per Foggia-Bari: derby di Puglia senza i tifosi biancorossi

  • Sport

    VIDEO | Derby Foggia-Bari, Decaro risponde a Landella: "Sabato si vince. Per stanare i satanelli porteremo l'acqua santa"

  • Cronaca

    Dalle estorsioni alle attività nel porto, così il clan Capriati si era riorganizzato: "Puntava a infiltrarsi nel tessuto economico della città"

I più letti della settimana

  • Blitz della Dda contro il clan Capriati, 18 in manette: i nomi degli arrestati

  • Droga, armi ed estorsioni: blitz della polizia, 18 arresti nel clan Capriati

  • Estorsioni nei cantieri edili, 35 condanne: dieci anni a Savinuccio Parisi, 20 al fratello

  • Intasca tremila euro da un imprenditore: arrestato dirigente del Policlinico

  • Podista colpito da infarto durante Vivicittà, scattano i soccorsi. Gli organizzatori: "Possedeva un certificato medico agonistico"

  • Nascondeva tre pistole in casa a Carrassi, in manette 32enne incensurato

Torna su
BariToday è in caricamento