"Cassonetti bruciati, rifiuti abbandonati e cattivi odori": residenti di via Lattanzio in rivolta

La denuncia, corredata di fotografie, dell'associazione Sos Città: "Chiediamo all'Amiu di intervenire per la sostituzione dei contenitori inutilizzabili"

Cassonetti distrutti e lasciati sui marciapiedi, rifiuti abbandonati e sporcizia. La denuncia, corredata di foto, arriva dai residenti di via Lattanzi, che attraverso l'associazione Sos Città puntano il dito contro l'Amiu, colpevole anche - a loro dire - di non smaltire i rifiuti organici e lasciare le strade sporche, rendendo davvero difficile la vita dei cittadini residenti. A questo si aggiunge un atto vandalico: il contenitore dell'indifferenziato bruciato ad angolo con via Michele De Napoli, non ancora sostituito nonostante non sia più utilizzabile.

2019040409174400-2

"In seguito ad un sopralluogo effettuato con i cittadini ci siamo subito resi conto che la situazione non è delle migliori e che potrebbe essere davvero risolta con un po di accortezza" spiegano Danilo Cancellaro, già coordinatore di Forza Italia giovani e attuale presidente dell'associazione, insieme a Dino Tartarino, vicepresidente di Sos Città  - "Come al solito non riusciamo a spiegarci i criteri di sostituzione dei contenitori danneggiati. È assurdo pensare che ci siano quartieri di serie A e quartieri di serie B. Qui non si sta chiedendo la luna, ma soltanto di sostituire un contenitore che è visibilmente ed oggettivamente danneggiato ed inutilizzabile. La parte inferiore in particolare è completamente erosa finendo per far depositare sull'asfalto il percolato che è una sostanza altamente pericolosa per l'ambiente e per le persone se non correttamente trattata. Nonostante le decine di segnalazioni, qui nessuno fa niente!".

2019040409174300-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

  • Pos obbligatorio dal 2020 per tutti i commercianti italiani: come e quando munirsi per i pagamenti

  • "C'è un feto nel cassonetto" a Carbonara, i Carabinieri ritrovano resti organici: sono interiora di animali

Torna su
BariToday è in caricamento