Parco Troisi, la denuncia di Sos Città: "Aperto a tutte le ore per festini notturni. Anche con fuochi d'artificio"

L'associazione chiede maggiore controllo per l'area verde a Japigia. E puntano il dito contro la Multiservizi: "Omette di chiudere il parco"

A svegliare i residenti di via Troisi in piena notte sono stati i fuochi d'artificio. Il motivo dei festeggiamenti è ignoto, ma quel che è certo è che poi i residui della festa sono rimasti lì, tra marciapiede e area verde di Japigia. Motivo per cui l'associazione Sos Città è tornata a denunciare la situazione di degrado al Parco Troisi, a Japigia, a loro dire aperto per tutta la giornata e - di conseguenza - anche frequentato per diverse ore anche con il buio.

Multiservizi replica a Sos Città: "Affermazioni non veritiere"

67402250_3155870974423825_8412517395742064640_o-2

E le foto diffuse, rimbalzate anche sulla bacheca del sindaco Decaro, non lasciano spazio a dubbi: oltre alla 'batteria' dei fuochi, si trovano bicchieri di plastica, bottiglie di vetro, palloncini e ogni altro tipo di rifiuti. "A distanza di un anno dalle nostre precedenti denunce - scrivono da Sos Città - al parco Troisi di Japigia si ripresentano gli stessi problemi: schiamazzi notturni, festini, compleanni, partite di calcetto e addirittura fuochi d'artificio ... a circa 200 metri dalla stazione di Polizia Municipale". E puntano il dito contro la Multiservizi, che "omette - scrivono - di chiudere il parco". "Vogliamo spiegazioni - concludono - vogliamo che nessuno lasci le chiavi del cancello agli ospiti (ci hanno raccontato di questo gravissimo episodio), vogliamo che ritorni la quiete in via Troisi".

67233025_3155870361090553_1561591572716322816_o-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenza sessuale sul treno per Bari, blocca con la forza studentessa e la palpeggia: arrestato mentre era sul lungomare

  • Urtano un'auto in via Amendola, finti poliziotti scendono e rubano denaro a un ragazzo: fuga da Bari a Mola, inseguiti e arrestati

  • Blitz in un negozio cinese all'ingrosso di Bari: sequestrati 100mila euro di prodotti 'Apple' e 'Samsung' taroccati

  • Incidente a Bari, schianto all'incrocio: auto finisce fuori strada e abbatte semaforo

  • Nuovo caso sospetto di Coronavirus: 40enne da Bisceglie al Policlinico di Bari. All'aeroporto di Palese arriva lo scanner termico

  • Bari regina incontrastata della Puglia, piace sempre più agli stranieri: turisti pazzi per cibo, mare e storia

Torna su
BariToday è in caricamento