Disordini al Cara di Palese, convalidati i 28 arresti

Convalidati gli arresti per i 28 immigrati fermati dopo le proteste e gli scontri con la polizia avvenuti lunedì scorso sulla statale 16 e davanti al Centro di accoglienza per richiedenti asilo. Si indaga per capire se le violenze siano state in qualche modo pianificate

Restano tutti in carcere i 28 extracomunitari ospiti del Centro di accoglienza per rifugiati e richiedenti asilo di Palese fermati dopo la rivolta scoppiata lunedì scorso. Gli arrestati, i cui fermi sono stati convalidati ieri dal gip Vito Fanizzi, sono accusati a vario titolo di violenza e resistenza a pubblico ufficiale aggravate dal numero di persone e dall'uso di armi improprie (spranghe di ferro e sassi), minacce, interruzione di pubblico servizio per il blocco della statale 16, danneggiamento seguito da incendio, violenza privata, lesioni personali aggravate, danneggiamento di auto e mezzi pubblici e blocco ferroviario.

Negli scontri tra immigrati e forze dell'ordine sulla statale 16 e nelle campagne intorno al Cara, 98 persone sono rimaste ferite, tra cui molti agenti della polizia. Subito dopo le violenze la Procura di Bari aveva aperto un fascicolo di indagine per individuare e responsabili della rivolta, analizzando filmati e fotografie in possesso delle forze del'ordine. Per i 28 immigrati fermati si era inizialmente prospettato il processo per direttissima. Successivamente però il pm, Marcello Quercia, e il procuratore aggiunto, Pasquale Drago, avevano ritenuto opportuno chiedere la convalida degli arresti per poter compiere ulteriori accertamenti, tra cui quelli relativi alla stessa identità degli indagati.

Gli interrogatori di garanzia si sono tenuti ieri poleriggio. Il gip ha motivato la decisione di convalidare gli arresti sottolineando ''l'inattendibilita' delle dichiarazioni'' rilasciate dagli indagati e condividendo le tesi accusatorie. Le indagini proseguono per capire se ci sia stata una cabina di regia e se gli scontri fossero stati pianificati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Maltempo in arrivo e allerta arancione sul Barese: scuole chiuse in alcuni Comuni

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

  • Crollano calcinacci dal cavalcavia della SS16, danni alle auto: tratto chiuso al traffico

  • Maxi operazione dei carabinieri tra Bari e Altamura: 50 arresti tra capi clan e affiliati, scacco matto ai D'Abramo-Sforza

Torna su
BariToday è in caricamento