Disordini al Cara di Palese, convalidati i 28 arresti

Convalidati gli arresti per i 28 immigrati fermati dopo le proteste e gli scontri con la polizia avvenuti lunedì scorso sulla statale 16 e davanti al Centro di accoglienza per richiedenti asilo. Si indaga per capire se le violenze siano state in qualche modo pianificate

Restano tutti in carcere i 28 extracomunitari ospiti del Centro di accoglienza per rifugiati e richiedenti asilo di Palese fermati dopo la rivolta scoppiata lunedì scorso. Gli arrestati, i cui fermi sono stati convalidati ieri dal gip Vito Fanizzi, sono accusati a vario titolo di violenza e resistenza a pubblico ufficiale aggravate dal numero di persone e dall'uso di armi improprie (spranghe di ferro e sassi), minacce, interruzione di pubblico servizio per il blocco della statale 16, danneggiamento seguito da incendio, violenza privata, lesioni personali aggravate, danneggiamento di auto e mezzi pubblici e blocco ferroviario.

Negli scontri tra immigrati e forze dell'ordine sulla statale 16 e nelle campagne intorno al Cara, 98 persone sono rimaste ferite, tra cui molti agenti della polizia. Subito dopo le violenze la Procura di Bari aveva aperto un fascicolo di indagine per individuare e responsabili della rivolta, analizzando filmati e fotografie in possesso delle forze del'ordine. Per i 28 immigrati fermati si era inizialmente prospettato il processo per direttissima. Successivamente però il pm, Marcello Quercia, e il procuratore aggiunto, Pasquale Drago, avevano ritenuto opportuno chiedere la convalida degli arresti per poter compiere ulteriori accertamenti, tra cui quelli relativi alla stessa identità degli indagati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli interrogatori di garanzia si sono tenuti ieri poleriggio. Il gip ha motivato la decisione di convalidare gli arresti sottolineando ''l'inattendibilita' delle dichiarazioni'' rilasciate dagli indagati e condividendo le tesi accusatorie. Le indagini proseguono per capire se ci sia stata una cabina di regia e se gli scontri fossero stati pianificati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Superbonus al 110%, ristrutturare casa a costo zero: chi può richiedere la detrazione e quali lavori effettuare

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

Torna su
BariToday è in caricamento