Niente bevande in bottiglia tappata al San Nicola durante le partite: l'ordinanza le vieta anche all'esterno

Le misure relative alle partite del Bari prevedono la sospensione dell'attività amministrativa fino a 15 giorni per i trasgressori. Divieto valido fino a un'ora dalla fine dell'evento

Vietata la vendita delle bevande in bottiglia con in tappo o in lattina durante le partite della Ssc Bari al San Nicola. Confermato come negli anni scorsi il divieto, che riguarda anche la somministrazione, con un'ordinanza del Comune di Bari pubblicata nella giornata di ieri e valida per tutta la durata del campionato di serie C, in cui quest'anno milita la compagine biancorossa.

Il divieto

Nello specifico non si potranno vendere o somministrare bevande in bottiglia (sia di plastica che di vetro) con il tappo non solo durante la partita, ma già da 2 ore prima dell'evento e fino a 1 ora dopo la fine dello stesso. Un divieto valido non solo all'interno dello stadio, ma anche all'esterno, nello spazio nel raggio di 500 metri dai tornelli di ingresso del San Nicola. Inoltre nell'ordinanza non si citano solo le partite dei biancorossi, anche "le altre tipologie di manifestazioni sportive ritenute di particolare rilevanza disputate sia dalla 'Società Sportiva Calcio Bari' S.P.A. che da altri soggetti". Le bevande si potranno quindi acquistare regolarmente nel bar dello stadio e nellle attività vicine, ma dovranno essere senza tappo o versate in bicchieri di plastica.

Per chi trasgredisce sono previste le sanzioni citate dall'articolo 650 del Codice penale (l'arresto fino a tre mesi o l'ammenda fino a 206 euro) oltre - in caso il trasgressore sia proprietario di un'attività commerciale - alla sospensione della licenza da 3 a 15 giorni consecutivi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Coronavirus, viola la quarantena ed esce per fare la spesa: barese beccato dai carabinieri

  • "Ero a fare le pelose" sul lungomare: scatta multa da 3mila euro. A Bari oltre 300 persone in quarantena

  • Nonno contagiato dal Coronavirus al San Paolo: in sette vivevano nell'appartamento da 60mq

  • Muore medico barese contagiato dal coronavirus: è la terza vittima in Puglia tra gli operatori sanitari

  • Tragedia a Bari: scende per ritirare la frutta, cade a terra e muore. "La versione dell'infarto non convince i figli"

  • Mascherine stampate in 3D con filtro intercambiabile, il progetto parla barese: "Stiamo partendo con la produzione"

Torna su
BariToday è in caricamento