Armi usate per la guerra tra i clan ed estorsioni ai commercianti baresi: 14 persone fermate

I provvedimenti sono stati eseguiti questa mattina dai Carabinieri del Comando provinciale di Bari, su richiesta della Dda del capoluogo: catturato all'estero un esponente di spicco di un gruppo criminale

Quattordici provvedimenti di fermo, nei confronti di altrettante persone, sono stati eseguiti questa mattina dai Carabinieri del Comando provinciale di Bari, su richiesta della Dda del capoluogo. I 14, a vario titolo, sono accusati di porto e detenzione di più armi da sparo nonchè di alcuni episodi di estorsione ai danni di esercenti della città di Bari. Contestati anche il metodo mafioso e la finalità di agevolare associazioni mafiose operanti nel territorio. Le indagini sono coordinate dai pm Fabio Buquicchio e Marco D'Agostino. Le persone fermate provengono dai quartieri San Paolo, libertà e Madonnella.

L'operazione: i nomi dei fermati

"Armi usate nel corso di contrasti criminali fra i clan"

Il provvedimento, spiegano gli investigatori, è scaturito in base a quanto documentato nel corso delle indagini, ovvero la disponibilità di armi da parte delle persone fermate e l'utilizzo di queste, negli ultimi mesi, nel corso di contrasti criminali con i clan di Japigia. Sarebbero stati pianificati agguati ed incursioni intimidatorie nell'ottica di un confronto sempre più aspro tra le varie fazioni criminose. Gli inquirenti avrebbero accertato anche il "concreto pericolo di fuga" da parte dei destinatari del provvedimento, potendo contare su basi logistiche alternative, anche all'Estero. Fuori Italia, inoltre, è stata eseguita la cattura di un esponente di spicco di un clan operante nel territorio. Il provvedimento di fermo eseguito sarà sottoposto al vaglio del Gip di Bari.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Green

    Sostenibilità e promozione turistica, la Regione punta sulla bici: ecco il piano di mobilità ciclistica

  • Cronaca

    Trasloco 'abusivo' in via Lembo: il marciapiede si riempie di ingombranti

  • Cronaca

    Tentò di uccidere la moglie e ferì la figlia: chiesta condanna a 20 anni per un 44enne

  • Regione Puglia

    Tra vetro, legno e poltrone rosse, il Consiglio regionale ha la sua nuova casa: prima seduta in via Gentile

I più letti della settimana

  • Il nuovo film di Checco Zalone uscirà a Natale 2019: "Si chiamerà Tolo Tolo"

  • Aereo colpito da un fulmine, paura tra i passeggeri in arrivo a Bari

  • Si addormenta in treno e 'salta' la stazione di arrivo: adolescente ritrovata a Bari

  • Mafia e scommesse online, in 21 a processo. Tommy Parisi viola domiciliari e torna in carcere

  • Inseguimento per le strade di Matera, arrestati tre ladri baresi in trasferta: la refurtiva era nell'auto

  • Esulta al gol di Di Cesare durante Locri-Bari, ma si sporge troppo dalla ringhiera e cade: tifoso biancorosso in ospedale

Torna su
BariToday è in caricamento