Ex Fibronit, il Comitato cittadino: "Bene la firma dell'accordo, ora nessun ostacolo alla bonifica"

Il Comitato sulla firma dell'accordo di programma con il ministero dell'Ambiente fissato per la prossima settimana: "Apprezzata la volontà del sindaco di coinvolgerci"

"Un ostacolo importante e, nel contempo, preoccupante sta per essere superato. La prossima settimana sarà a Bari il Ministro dell’ambiente per sottoscrivere l’acquisizione al patrimonio comunale dell’area Fibronit. Abbiamo molto apprezzato il fatto che il Sindaco di Bari abbia avuto la sensibilità di telefonarci mentre era a Roma per comunicare al Comitato Fibronit questa notizia. Ora nulla può più fermare il processo di messa in sicurezza definitiva dell’area Fibronit, necessario per realizzare il più grande parco urbano della città: il parco della Rinascita".

Così il Comitato cittadino Fibronit, in una nota, accoglie la notizia dell'acquisizione dei suoli dell'ex stabilimento al patrimonio comunale, per poi procedere alla firma dell'accordo di programma con il Ministero dell'Ambiente per la bonifica definitiva. E’ ancora di più abbiamo apprezzato l’invito che il Sindaco ha rivolto al Comitato affinchè fosse presente al momento della firma, come “riconoscimento dell’impegno che tanti cittadini baresi hanno profuso in questi anni”.

Noi ci saremo. Il Comitato Cittadino Fibronit ci sarà per rappresentare la volontà di questa città di non aver voluto soccombere a chi avrebbe voluto trasformare quell’area nell’ennesimo ingorgo di palazzi e strade senza considerare i pericoli che l’intera comunità barese avrebbe corso durante le necessarie operazioni di rimozione delle tonnellate di amianto presenti nel sottosuolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora non ci sono più ostacoli, ne reali, né probabili. Bisogna solo lavorare sodo e con estrema professionalità per donare alla città uno spazio verde degno del sacrificio di tanti operai, di tanti cittadini e delle loro famiglie che hanno pagato un prezzo troppo alto la convivenza con l’area Fibronit.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Barese, ragazzino di 12 anni muore soffocato da una mozzarella

  • Traffico di droga, blitz dei carabinieri nel Barese: smantellata banda, undici arresti

  • Giovane assalita da gruppetto di ragazze per le strade dell'Umbertino: "Erano quindici contro una"

  • Incidente sulla Statale 16, moto urta tir e finisce sull'asfalto: centauro travolto da auto e ferito

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Fiumi di droga nel Barese, il capo gestiva il sistema dal carcere: acquirenti 'attesi' nella palazzina in centro a Mola

Torna su
BariToday è in caricamento