L'ex Fibronit bonificata quasi pronta per tornare ai baresi. Al Comitato Cittadino il Nicolino d'oro

E' quanto emerso dall'incontro con il sindaco Antonio Decaro per fare il punto sulla situazione: l'atto finale sarà la produzione del documento di restituibilità dell'area dopo le verifiche tecniche da parte di Arpa Puglia

Un ultimo atto formale prima della conclusione definitiva delle operazioni di bonifica della Fibronit: è ciò che manca per chiudere il capitolo della vecchia fabbrica della morte di Japigia, per aprirne un altro, quello del Parco della Rinascita. E' quanto emerso dall'incontro tra il Comitato Cittadino Fibronit e il sindaco Antonio Decaro per fare il punto sulla situazione: l'atto finale sarà la produzione del documento di restituibilità dell'area dopo le verifiche tecniche da parte di Arpa Puglia.

"Nel frattempo - spiega Nicola Brescia, presidente del Comitato Cittadino Fibronit - ci muoviamo per stimolare le amministrazioni pubbliche nella ricerca dei fondi per la realizzazione del Parco della Rinascita. Siamo in attesa di essere convocati dal Presidente Emiliano a cui abbiamo inviato una formale richiesta d'incontro". Il Comitato, intanto, sarà premiato, sabato 7 dicembre alle 10, nella sala consiliare di Palazzo di Città, con il Nicolino d'Oro, prestigioso riconoscimento conferito a personalità e associazioni cittadfine distintesi per il loro impegno sociale e a favore della comunità barese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Nonnina fortunata a Bari: 90enne si aggiudica 200mila euro al Gratta e Vinci

  • Sete da cammello e notte insonne dopo aver mangiato la pizza: perchè succede?

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

Torna su
BariToday è in caricamento