Farmaci per la chemioterapia rubati e abbandonati: il carico ritrovato in una villa a Santo Spirito

L'intervento delle Volanti dopo la segnalazione del proprietario dell'immobile: i medicinali era stati sottratti durante l'assalto ad un tir avvenuto nel maggio 2017 sulla statale 16

Un carico di farmaci per la chemioterapia, del valore complessivo di 830mila euro, abbandonato in una villa in disuso a Santo Spirito. E' quanto hanno scoperto gli agenti delle Volanti, intervenuti dopo la segnalazione del proprietario dell'immobile.

Dai successivi accertamenti è emerso che la merce era stata rapinata il 17 maggio 2018 ad un autotrasportatore, dipendente di una ditta farmaceutica ubicata in provincia di Bari. L’uomo, mentre percorreva a bordo di un autoarticolato la SS16 in direzione Foggia, all’altezza dello svincolo per Trinitapoli, fu bloccato da alcuni rapinatori armati che viaggiavano a bordo di un’Audi A6. I rapinatori sequestrarono l’autotrasportatore e si impossessarono del carico di farmaci.

Sul luogo del rinvenimento, per i rilievi del caso, sono intervenuti gli agenti della Polizia Scientifica. I rappresentanti della ditta farmaceutica hanno recuperato i farmaci che, tuttavia, a causa di deperimento dovranno essere smaltiti. In corso indagini per individuare i responsabili.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere in auto con la cocaina, sorpreso dai colleghi durante un controllo: arrestato

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Maxi operazione dei carabinieri tra Bari e Altamura: 50 arresti tra capi clan e affiliati, scacco matto ai D'Abramo-Sforza

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

  • Operazione antimafia nel Barese: 54 arresti e due anni di indagini, così è stato disarticolato il clan D'Abramo-Sforza

Torna su
BariToday è in caricamento