Fiera del Levante: firmato un accordo per la mobilità del personale in esubero

Regione, Comune, Fiera, Camera di Commercio e sindacati hanno firmato un protocollo d'intesa per ricollocare i lavoratori in esubero a seconda delle proprie disponibilità

Giornata importante per i dipendenti della Fiera del Levante: oggi, infatti, è stato firmato un protocollo d’intesa per la mobilità infragruppo del personale in esubero dell’Ente. 

A ratificare l'accordo il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il sindaco di Bari Antonio Decaro, il presidente della Camera di Commercio Sandro Ambrosi , il presidente della Fiera del Levante Ugo Patroni Griffi e i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl.

Secondo il protocollo, Regione, Comune, Città Metropolitana, Camera di Commercio e sindacati, per arrivare alla piena ricollocazione dei lavoratori, concordano che: la Fiera si impegna a favorire “ogni utile interlocuzione con la costituenda ATI (con Fiera Bologna, ndr) per la verifica della copertura delle 24 figure professionali richieste attraverso l’impiego delle professionalità attualmente presenti in organico”.

Il Comune di Bari si impegna invece a “definire la corrispondenza delle posizioni vacanti – nei limiti della disponibilità originaria manifestata da Amgas srl e Amtab e secondo le esigenze attuali – con le figure professionali presenti in organico.

La Regione Puglia infine si impegna a “effettuare una ricognizione presso le proprie società controllate (escluse dai vincoli della Legge Delrio) e a operare congiuntamente per una soluzione di ricollocamento delle unità che fossero ancora in esubero, nel rispetto dei vincoli di legge e con riferimento alle figure professionali richieste”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere in auto con la cocaina, sorpreso dai colleghi durante un controllo: arrestato

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Maxi operazione dei carabinieri tra Bari e Altamura: 50 arresti tra capi clan e affiliati, scacco matto ai D'Abramo-Sforza

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

  • Operazione antimafia nel Barese: 54 arresti e due anni di indagini, così è stato disarticolato il clan D'Abramo-Sforza

Torna su
BariToday è in caricamento