Rotatorie e un nuovo ingresso Orientale: 30 opere per rivoluzionare il quartiere Fieristico

Presentato in Comune il progetto finanziato da 32 milioni di euro con fondi governativi per il restyling della viabilità sul lungomare VIttorio veneto e via Napoli. I lavori dovrebbero concludersi nel 2019

Quattordici nuove rotatorie e un nuovo ingresso 'Orientale' con fontana e strutture per uffici e biglietteria: 32 milioni di euro e circa 4 anni di lavori rivoluzioneranno la mobilità e l'aspetto del quartiere Fieristico di Bari. Con 30 interventi si ridisegnerà letteralmente la mappa della circolazione stradale, eliminando così numerosi semafori sul lungomare Vittorio Veneto e via Napoli, decongestionando il traffico durante le ore di punta, e, allo stesso tempo, riqualificando le aree. Il piano è stato presentato, questa mattina, nella sala Giunta del Comune di Bari, dal sindaco Antonio Decaro, dal vice Vincenzo Brandi, dagli assessori cittadini allo Sviluppo Economico, Carla Palone, e Lavori Pubblici, Pino Galasso, oltre al presidente della Fiera del Levante, Ugo Patroni Griffi. Oltre alle nuove rotatorie e al nuovo ingresso 'Orientale', verrà potenziata l'area del capolinea Amtab in via Verdi, con la possibilità di acquistare anche 7-8 nuovi autobus che serviranno, innanzitutto, per potenziare i collegamenti tra la Fiera e il resto della città: "Avremo la modifica - ha detto Decaro - della viabilità di accesso alla Fiera, ma anche interventi come il nuovo ponte per collegare, attraverso via Baraccone, il quartiere San Girolamo anche con le biciclette, l'intersezione con via Caracciolo e un'altra con viale Vittorio Emanuele Orlando".

"E' un sistema di rotatorie articolato e coinvolge gran parte della città - afferma il presidente della Fiera del Levante, Ugo Patroni Griffi - . Sul quartiere abbiamo fatto diversi lavori: entro dicembre sarà riaperto il Palazzo del Mezzogiorno trasformato in Apulia Film House, stiamo valutando la creazione di un museo Paleontologico. Questo intervento permmetterà di rifare il look dell'ingresso principale e nuove aree per l'accesso dei visitatori".

I fondi, erogati dal Ministero per le Infrastrutture, verranno erogati man mano che verranno appaltati i progetti: tra questi ci sarà anche il completamento dell'autosilo all'interno del quartiere Fieristico che verrà utilizzato dal personale e dagli espositori e, in futuro, forse anche dai cittadini come parcheggio di scambio. Tutti gli interventi dovrebbero essere realizzati entro il 2019, ma alcuni avranno i cantieri aperti a breve: "Il primo progetto - afferma Decaro -  è quello sul lungomare Adriatico prospiciente al mare con un'intersezione, poi gli altri sul lungomare Vittorio Veneto".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito mentre attraversa la Tangenziale: un morto. Traffico bloccato sulla Statale 16

  • Il dolore per Ivan, morto in uno schianto in moto a 17 anni: "Ora sei un angelo, ti ricorderemo sempre"

  • Pitbull senza guinzaglio semina il panico in pizzeria: si avventa contro cagnolino e lo uccide

  • Schianto con la moto alla zona industriale: muore ragazzo di 17 anni, ferito l'amico

  • Sparatoria tra la folla nel centro storico di Bitritto: feriti un passante e un pregiudicato

  • Incidente in Tangenziale all'altezza di Santa Fara: traffico in tilt e code per chilometri

Torna su
BariToday è in caricamento