Rotatorie e un nuovo ingresso Orientale: 30 opere per rivoluzionare il quartiere Fieristico

Presentato in Comune il progetto finanziato da 32 milioni di euro con fondi governativi per il restyling della viabilità sul lungomare VIttorio veneto e via Napoli. I lavori dovrebbero concludersi nel 2019

Quattordici nuove rotatorie e un nuovo ingresso 'Orientale' con fontana e strutture per uffici e biglietteria: 32 milioni di euro e circa 4 anni di lavori rivoluzioneranno la mobilità e l'aspetto del quartiere Fieristico di Bari. Con 30 interventi si ridisegnerà letteralmente la mappa della circolazione stradale, eliminando così numerosi semafori sul lungomare Vittorio Veneto e via Napoli, decongestionando il traffico durante le ore di punta, e, allo stesso tempo, riqualificando le aree. Il piano è stato presentato, questa mattina, nella sala Giunta del Comune di Bari, dal sindaco Antonio Decaro, dal vice Vincenzo Brandi, dagli assessori cittadini allo Sviluppo Economico, Carla Palone, e Lavori Pubblici, Pino Galasso, oltre al presidente della Fiera del Levante, Ugo Patroni Griffi. Oltre alle nuove rotatorie e al nuovo ingresso 'Orientale', verrà potenziata l'area del capolinea Amtab in via Verdi, con la possibilità di acquistare anche 7-8 nuovi autobus che serviranno, innanzitutto, per potenziare i collegamenti tra la Fiera e il resto della città: "Avremo la modifica - ha detto Decaro - della viabilità di accesso alla Fiera, ma anche interventi come il nuovo ponte per collegare, attraverso via Baraccone, il quartiere San Girolamo anche con le biciclette, l'intersezione con via Caracciolo e un'altra con viale Vittorio Emanuele Orlando".

"E' un sistema di rotatorie articolato e coinvolge gran parte della città - afferma il presidente della Fiera del Levante, Ugo Patroni Griffi - . Sul quartiere abbiamo fatto diversi lavori: entro dicembre sarà riaperto il Palazzo del Mezzogiorno trasformato in Apulia Film House, stiamo valutando la creazione di un museo Paleontologico. Questo intervento permmetterà di rifare il look dell'ingresso principale e nuove aree per l'accesso dei visitatori".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fondi, erogati dal Ministero per le Infrastrutture, verranno erogati man mano che verranno appaltati i progetti: tra questi ci sarà anche il completamento dell'autosilo all'interno del quartiere Fieristico che verrà utilizzato dal personale e dagli espositori e, in futuro, forse anche dai cittadini come parcheggio di scambio. Tutti gli interventi dovrebbero essere realizzati entro il 2019, ma alcuni avranno i cantieri aperti a breve: "Il primo progetto - afferma Decaro -  è quello sul lungomare Adriatico prospiciente al mare con un'intersezione, poi gli altri sul lungomare Vittorio Veneto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Le Frecce Tricolori tornano a Bari: il 28 maggio tappa del 'Giro d'Italia' per le vittime del Covid-19

  • In Puglia 27 nuovi casi di Coronavirus, Lopalco rassicura sull'impennata dei contagi: "Numeri riferiti a periodi precedenti"

  • Superbonus al 110%, ristrutturare casa a costo zero: chi può richiedere la detrazione e quali lavori effettuare

  • Sette grandi personalità per far ripartire la Puglia: è il gruppo strategico nominato da Michele Emiliano

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

Torna su
BariToday è in caricamento