Fuochi d'artificio davanti al carcere: erano per il compleanno di un detenuto

L'episodio dello scorso 12 gennaio, che aveva suscitato clamore e polemiche, non sarebbe stato legato alla scarcerazione del boss Parisi, ma sarebbe stato organizzato per 'festeggiare' il compleanno di un detenuto

Non avrebbe avuto nulla a che vedere con la scarcerazione di Savino Parisi lo spettacolo di fuochi d'artificio che si tenne fuori dal carcere di Bari il 12 gennaio scorso. L'episodio fu interpretato come un 'omaggio' al ritorno in libertà del boss di Japigia, e suscitò numerose polemiche.

In realtà, secondo quanto si è appreso oggi da fonti inquirenti, i fuochi d'artificio sarebbero stati organizzati in occasione del compleanno di un detenuto, Michelangelo Stramaglia, figlio del boss ucciso a Valenzano nell'aprile 2009, in carcere nell'ambito di un'indagine per traffico di armi e droga.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Punta Perotti, il Tribunale dà ragione al Comune: no a risarcimento da 52 milioni

    • Cronaca

      Rissa e coltellate al Cara di Palese: quattro persone ferite, due gravi

    • Cronaca

      Camionista denunciato per terrorismo, la Polizia: "Sottoposto a sorveglianza speciale"

    • Cronaca

      "Abusò" di una bambina di 7 anni: condannato bagnino 27enne

    I più letti della settimana

    • Morì dopo una caduta dalla moto a 17 anni, i consulenti della famiglia: "Jasmine non ha responsabilità"

    • Assalti ai bancomat in Francia, sgominata banda di baresi: i nomi degli arrestati

    • Gratta un 'Miliardario' e vince 500mila euro: jackpot al San Paolo

    • Prostituzione minorile allo stadio San Nicola, Decaro conferma: "Indagini in corso"

    • Dalla Puglia in Francia per svaligiare bancomat: sgominata banda di baresi, otto arresti

    • Colpisce con un pugno al volto il vigile che lo aveva fermato, arrestato 47enne

    Torna su
    BariToday è in caricamento