Fuochi d'artificio davanti al carcere: erano per il compleanno di un detenuto

L'episodio dello scorso 12 gennaio, che aveva suscitato clamore e polemiche, non sarebbe stato legato alla scarcerazione del boss Parisi, ma sarebbe stato organizzato per 'festeggiare' il compleanno di un detenuto

Non avrebbe avuto nulla a che vedere con la scarcerazione di Savino Parisi lo spettacolo di fuochi d'artificio che si tenne fuori dal carcere di Bari il 12 gennaio scorso. L'episodio fu interpretato come un 'omaggio' al ritorno in libertà del boss di Japigia, e suscitò numerose polemiche.

In realtà, secondo quanto si è appreso oggi da fonti inquirenti, i fuochi d'artificio sarebbero stati organizzati in occasione del compleanno di un detenuto, Michelangelo Stramaglia, figlio del boss ucciso a Valenzano nell'aprile 2009, in carcere nell'ambito di un'indagine per traffico di armi e droga.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Mercato via Pitagora, incontro Comune-operatori. Palone: "Più collaborazione per il decoro dell'area"

    • Politica

      Referendum, l'allarme dei sindaci: "Governo taglia del 60% risorse per l'organizzazione". Il Viminale: "Tutte le spese saranno rimborsate"

    • Sport

      Bari-Salernitana 2-0: bastano De Luca e Daprelà, biancorossi avanti col minimo sforzo

    • Cronaca

      Capurso, colpi di pistola dopo la lite per una ragazza: due arresti

    I più letti della settimana

    • 25enne barese trovata morta in casa a Bologna: indagini in corso

    • Triplice omicidio al San Paolo: ergastolo per il killer che confessò il delitto

    • Droga in auto e nel retrobottega del bar: arrestato titolare di un locale del centro

    • San Girolamo, scontro frontale tra auto e moto: due feriti, uno è grave

    • Omicidio Radicci a Palese: un 29enne fermato dalla polizia

    • Fuga in auto dopo il furto in appartamento: scatta inseguimento della polizia, un arresto

    Torna su
    BariToday è in caricamento