Sorpresi a forzare la cassaforte in un'abitazione, topi d'appartamento beccati dai carabinieri: uno in manette, caccia ai due complici

E' accaduto a Conversano, in Contrada del Monte: i militari, in zona per un controllo, sono stati richiamati dall'antifurto e si sono recati nell'abitazione, cogliendo sul fatto i tre che aveva già messo a soqquadro le stanze

Forzando il portone di ingresso con piedi di porco e picconi, si erano introdotti in un'abitazione alla periferia di Conversano, in contrada del Monte. Il suono dell'antifurto, tuttavia, ha messo in allerta una pattuglia dei carabinieri, impegnati in un servizio specifico di contrasto ai furti in abitazione.

Così i militari hanno deciso di approfondire il controllo, recandosi nella casa: qui hanno constatato come alcuni ambienti fossero già stati messi a soqquadro, mentre nella sala da pranzo hanno sorpreso tre soggetti, con il volto travisato e guanti calzati, i quali erano intenti a forzare una cassaforte (che conteneva, come successivamente accertato, due fucili).

I malfattori, sorpresi dall’ingresso fulmineo dei militari, si sono dati immediatamente alla fuga, venendo inseguiti dai militari. Lungo il loro percorso hanno abbandonato numerosi arnesi da scasso, utilizzati per forzare il portone d’ingresso della casa, riuscendo a dileguarsi a piedi per le campagne limitrofe. Solo uno di essi, un 30enne georgiano, è stato fermato dopo una lunga corsa. 

L’arrestato è stato condotto in carcere a Bari, in attesa di giudizio. Tutta la merce trafugata è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario. Sono ancora in corso indagini per l’identificazione dei due fuggitivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aggualto a colpi di pistola tra i vicoli di Triggiano: pregiudicato 36enne ferito

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • "Dove si colloca l'Iran nel globo?" E gli americani indicano la Puglia: i risultati (tutti da ridere) del sondaggio

  • Chiude un altro negozio storico in città: addio a Ventrelli, al suo posto nascerà un casinò

  • "Luogo di ritrovo di pregiudicati", chiuso per 15 giorni bar nel mercato coperto di Cellamare

  • "C'è un feto nel cassonetto" a Carbonara, i Carabinieri ritrovano resti organici: sono interiora di animali

Torna su
BariToday è in caricamento