Ruba escavatore da un cantiere al San Paolo: intercettato durante la fuga sulla tangenziale

L'uomo, un 65enne cerignolano, è stato bloccato dagli agenti delle Volanti mentre trasportava il mezzo a bordo di un tir, successivamente risultato ugualmente rubato

Beccato sulla tangenziale mentre, a bordo di un tir, trasportava un escavatore rubato poco prima in un cantiere edile del quartiere San Paolo. Nei giorni scorsi la polizia ha arrestato, con le accuse di furto aggravato e riciclaggio, un 65enne di Cerignola con precedenti, Nicola Calvio. 

Gli agenti delle Volanti, intervenuti dopo una segnalazione, hanno intercettato sulla tangenziale direzione sud un tir con l'escavatore rubato, fermandolo subito.

Il conducente del mezzo, identificato per l’arrestato, dopo una perquisizione è stato trovato in possesso di arnesi da scasso, due telefoni cellulari, una ricetrasmittente ed un dispositivo elettronico cd. Jammer, utile ad inibire eventuali sistemi di allarme e/o comunicazioni radio-telefoniche. Tutti gli attrezzi sono stati debitamente sequestrati penalmente. L’escavatore oggetto del furto, del valore di oltre 100mila euro, risultato di proprietà della ditta operante i lavori nel cantiere, è stato poco dopo restituito al legittimo proprietario.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso dell’intervento gli agenti hanno accertato che l’autoarticolato, utilizzato dall’indagato, composto da un trattore stradale Iveco Eurostar di colore rosso e carrello semirimorchio, del medesimo colore, non risultavano provento di furto ed erano intestati ad una  ditta di Castellana Grotte. Il titolare, contattato, ha riferito che i suoi mezzi erano tutti regolarmente parcheggiati al loro posto. Dagli accertamenti poi esperiti, si è appurato la veridicità di quanto dichiarato dall’azienda di Castellana Grotte e che i due mezzi, utilizzati per il trasporto dell’escavatore, erano mezzi clonati artigianalmente per rendere difficoltoso risalire ai dati matricolari originari. L’ arrestato, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Bari a disposizione dell ‘A.G. procedente.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 2000 euro a 60mila pugliesi: 'Start' dalla Regione a partite iva, lavoratori autonomi e professionisti a basso reddito

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Al ristorante e in auto, stop al distanziamento per congiunti e 'frequentatori abituali': la Regione allenta le restrizioni

  • Violento scontro tra moto e suv: grave centauro, trasportato in codice rosso al Policlinico

  • Due monopattini del servizio sharing rubati e recuperati dalla polizia: uno rintracciato in tempo reale grazie al segnale gps

  • Tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia: un contagio registrato in provincia di Bari

Torna su
BariToday è in caricamento