Rubati oltre 500 notebook e tablet in scuole e università: due arresti, nel mirino anche il Barese

Cinque persone sono state denunciate nell'ambito dell'inchiesta per i 14 episodi avvenuti tra settembre 2017 e luglio 2019. In manette sono finiti un 28enne e un 60enne, entrambi foggiani

Avrebbero rubato circa 520 device elettronici da numerosi istituti scolastici della Basilicata e della Puglia, comprese scuole nella provincia barese. Sono finite perciò agli arresti due persone, un 28enne - ritenuto autore dei furti - e un 60enne, entrambi residenti nel Foggiano. Altre cinque persone sono state invece denunciate - in quanto ritenute dagli investigatori ricettatori 'minori' - nell'ambito dell'inchiesta 'Notebook' sui furti di notebook e tablet nelle scuole, coordinata dalla Procura della Repubblica di Matera.

In totale sono 14 gli episodi che si sono verificati in due anni, nello specifico nel periodo intercorso tra settembre 2017 e luglio 2019, che hanno coinvolto anche le sedi dell'Università del Salento. Il materiale elettronico rubato negli istituti aveva un costo complessivo di oltre 500mila euro. L’operazione ha impegnato circa 50 militari dell’Arma dei carabinieri nel comuni di Cerignola (Foggia), Polignano a Mare (Bari) e Lavello (Potenza).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Notizia in aggiornamento. Ultimo aggiornamento: 21/1/2020, ore 12:53

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commando assalta tir pieno di prodotti alimentari e sequestra autista: caccia ai malviventi

  • "Ero a fare le pelose" sul lungomare: scatta multa da 3mila euro. A Bari oltre 300 persone in quarantena

  • Stroncato dal coronavirus a 44 anni: l'addio di amici e colleghi per Luca Tarquinio Coletta, 'gigante buono' della Multiservizi

  • Nonno contagiato dal Coronavirus al San Paolo: in sette vivevano nell'appartamento da 60mq

  • Muore medico barese contagiato dal coronavirus: è la terza vittima in Puglia tra gli operatori sanitari

  • "I non residenti lascino casa per i controlli", nei condomini di Bari numerosi manifesti truffa: indaga la Polizia

Torna su
BariToday è in caricamento