Furto di rame all'Ospedale Di Venere, undici pazienti ventilati a mano

Erano undici i pazienti ricoverati ieri nel reparto di Rianimazione, quando il blocco dell'impianto centrale di ossigenazione, causato da un furto di rame, ha reso necessaria la ventilazione a mano da parte degli infermieri

Il giorno dopo il furto di rame che ha mandato in tilt l'impianto di ossigenazione all'ospedale Di Venere di Carbonara, si apprendono nuovi dettagli sulla vicenda. Nel reparto di Rianimazione, dove il guasto ha reso necessaria la ventilazione manuale dei pazienti da parte degli infermieri, le persone ricoverate erano undici, tre in più rispetto alla capienza ufficiale.

Ciononostante, a detta di Luigi Restingi, responsabile della struttura sanitaria, il problema verificatosi ieri non avrebbe causato una situazione di vero pericolo. La causa infatti sarebbe stata subito individuata, e il ripristino dell'operatività delle sale operatorie e del triage (cioè l'accoglienza delle emergenze al Pronto soccorso) sarebbe stato posticipato a mezzogiorno solo per una scelta di prudenza da parte dei primari dei vari reparti ospedalieri.

Lestingi ha anche ricordato che in passato era già capitato di dover sospendere l'erogazione di ossigeno nella struttura per alcune ore per consentire la realizzazione di nuovi impianti. Inoltre Lestingi ha spiegato che l'impianto interessato dall'incidente di ieri non è l'unico dell'ospedale. Ne esiste un altro ancora più grande che porta altro ossigeno, ma se vengono rilevate delle anomalie nell'erogazione l'allarme scatta comunque su tutta la rete.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Barese, ragazzino di 12 anni muore soffocato da una mozzarella

  • Traffico di droga, blitz dei carabinieri nel Barese: smantellata banda, undici arresti

  • Giovane assalita da gruppetto di ragazze per le strade dell'Umbertino: "Erano quindici contro una"

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Incidente sulla Statale 16, moto urta tir e finisce sull'asfalto: centauro travolto da auto e ferito

  • Fiumi di droga nel Barese, il capo gestiva il sistema dal carcere: acquirenti 'attesi' nella palazzina in centro a Mola

Torna su
BariToday è in caricamento