Sorprese a rubare in un negozio d'abbigliamento, arrestate tre donne

Tre donne sono state sorprese all'interno di un noto negozio mentre tentavano di sottrarre capi d'abbigliamento e scarpe per un valore di 500€; adesso si trovano in carcere

Tre donne di età compresa tra i 30 e i 50 anni sono state arrestate ieri dalla polizia con l'acccusa di furto aggravato in concorso e resistenza a pubblico ufficiale.

Le tre ladre, tutte di nazionalità georgiana, sono state notate dal responsabile della vigilanza di un noto esercizio commerciale di Corso Cavour mentre entravano nel camerino di prova, con vari capi di abbigliamento anche di taglie differenti, sostandovi troppo a lungo.

La sicurezza ha prontamente avvisato il 113: accorsi sul posto i poliziotti hanno ritrovato nelle borse delle donne in questione tutta una serie di capi di abbigliamento le cui placche antitaccheggio erano rivestite di fogli di alluminio, per sfuggire ai controlli. Inoltre, nel camerino di prova, venivano ritrovate alcune placche antitaccheggio manomesse.

I capi sottratti, camicie, pantaloncini e scarpe per un valore complessivo di quasi 500 euro, sono stati restituiti al responsabile del negozio. Le tre donne arrestate, hanno cercato di reagire per evitare di essere identificate e condotte presso gli uffici di polizia. Adessi si trovano presso il carcere di Bari, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito mentre attraversa la Tangenziale: un morto. Traffico bloccato sulla Statale 16

  • Il dolore per Ivan, morto in uno schianto in moto a 17 anni: "Ora sei un angelo, ti ricorderemo sempre"

  • Pitbull senza guinzaglio semina il panico in pizzeria: si avventa contro cagnolino e lo uccide

  • Schianto con la moto alla zona industriale: muore ragazzo di 17 anni, ferito l'amico

  • Sparatoria tra la folla nel centro storico di Bitritto: feriti un passante e un pregiudicato

  • Incidente in Tangenziale all'altezza di Santa Fara: traffico in tilt e code per chilometri

Torna su
BariToday è in caricamento