Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

'Ammin abbasc u Gsett', in centinaia sfilano in una Carrassi deserta: "No a precarietà e austerity"

La manifestazione è stata organizzata dal coordinamento 'Pugliacontroilg7' e ha visto la partecipazione di lavoratori, studenti, sindacati. Fermato per controlli un bus No Tap a Monopoli

 

E' partita da parco 2 giugno la manifestazione di protesta 'Ammin abbasc u'Gsett', organizzata dal coordinamento 'Pugliacontroilg7' che vede la partecipazione di collettivi studenteschi, sindacati, precari e la partecipazione di Alternativa Comunista e di attivisti no Tap dal Salento. Sono circa 200 i partecipanti al corteo, scortati da numerosi agenti lungo il percorso per le vie del quartiere Carrassi di Bari. La protesta percorrerà viale della Resistenza, viale Papa Giovanni XXIII, via Giulio Petroni e viale Unità d'Italia, per poi giungere sull'Estramurale. Tanti i negozi ad aver abbassato le saracinesche a causa dei timori della vigilia per la presenza di disordini e di black bloc. Al momento, però la situazione è completamente tranquilla, anche se alcuni manifestanti hanno acceso dei bengala alla partenza del corteo. A sorvegliare la manifestazione anche elicotteri e camionette delle Forze dell'Ordine. WhatsApp Image 2017-05-13 at 10.14.32-2

Sin dalla prima mattina erano poche le auto che circolavano nelle vie da cui transiterà il corteo, tra cui viale Unità d'Italia, su cui non vigeva lo stop al traffico, ma semplicemente il divieto di fermata.

"Non crediamo ci sia potere decisionale in questi incontri dei grandi - spiega Fabio del coordinamento 'Pugliacontroilg7' -. Si tratta solo di simboli politici. Crediamo siano loro i responsabili di tutte le politiche di austerity del lavoro e di saccheggio dei nostri territori come con la Tap, la Tav, come l'imperialismo e le guerre. Abbiamo fatto delle assemblee e dei sit-in popolari.  E' un corteo comunicativo e popolare che porta le esigenze dei nostri territori. Nei quartieri che attraversiamo come San Pasquale e Carrassi ci sono molti disoccupati, precari e studenti, categorie colpite, assieme ai migranti, da queste politiche di profitto. La nostra aspirazione è quella di andare avanti con una discussione corale dei temi. Speriamo vada avanti il lavoro politico".

corteo-3Il corteo sarebbe dovuto partire alle nove ma è I manifestanti hanno voluto attendere un gruppo di No Tap proveniente dal Salento, il cui bus, con a bordo 57 manifestanti, era stato fermato dalla polizia per alcuni controlli in una stazione di servizio di Cozze, nelle vicinanze di Monopoli. Dopo le verifiche, con esito negativo, il gruppo ha proseguito la corsa verso Bari. "Non partiremo prima che i nostri amici non ci avranno raggiunto, perché non vogliamo divisioni, stiamo manifestando pacificamente per i nostri diritti", ha spiegato Bobo Aprile di Cobas Puglia.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento