Presunta truffa alla Multiservizi: indagato Giacomo Olivieri

Chiuse le indagini a carico dell'avvocato, ex amministratore unico della società: avrebbe nascosto il reale importo della busta paga dell'ex direttore, Oronzo Cascione, per favorirlo nei confronti di un creditore

La Procura di Bari ha chiuso le indagini per una presunta truffa a carico dell'ex amministratore unico della Multiservizi, l'avvocato Giacomo Olivieri, e dell'ex direttore della società, Oronzo Cascione.

La notizia è riportata oggi da La Gazzetta del Mezzogiorno. In particolare Olivieri - si legge nell'articolo - avrebbe nascosto il reale importo della busta paga dell'ex direttore Cascione - indicando una retribuzione inferiore a quella realmente percepita - con lo scopo di favorirlo nel "ridurre l'importo da accantonare" in favore di un creditore che aveva chiesto il pignoramento di un quinto dello stipendio. 

A far partire l'indagine era stata una querela presentata a novembre 2017 dal nuovo amministratore della Multiservizi, Francesco Biga e la vicenda aveva già portato al licenziamento di Cascione.

Potrebbe interessarti

  • Perchè le zanzare pungono proprio te?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • C'era una volta la 'Cialdèdde'

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

I più letti della settimana

  • Nubifragio nella notte in città, tromba d'aria a Torre a Mare: danni alle barche e ai locali della piazzetta

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Furti di auto nei park & ride e nei parcheggi degli ospedali: i nomi dei 6 arrestati

  • "Due minuti per un furto", presa banda di ladri d'auto: colpi nei park&ride e negli ospedali

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Da Giovinazzo a Fesca trasportata dal mare mosso: gabbia per l'allevamento pesci recuperata dalla Guardia Costiera

Torna su
BariToday è in caricamento