Giornalista aggredita al Libertà, controlli rafforzati nel quartiere

In mattinata in Prefettura il vertice del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza. Il sindaco Decaro: "Uno schiaffo alla città, ci sarà risposta della comunità e dello Stato"

Un momento dell'aggressione filmato dalle telecamere nascoste, nel filmato trasmesso dalla Rai - Foto © Ansa

Posti di blocco e controlli rafforzati. Nel quartiere Libertà, dopo l'aggressione alla giornalista Rai Maria Grazia Mazzola da parte della moglie del boss Lorenzo Caldarola, scatta la stretta delle forze dell'ordine. Le misure sono state disposte nell'ambito della riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, che si è tenuta questa mattina in Prefettura.

Decaro: "Ci sarà risposta della comunità e dello Stato"

Al vertice ha preso parte anche il sindaco, Antonio Decaro. "Quello che è accaduto è uno schiaffo alla città, e la città non può porgere l'altra guancia", ha detto il primo cittadino ai microfoni del TgR Puglia. "Ci sarà una risposta della comunità e dello Stato".

La manifestazione di Libera

Per domani, domenica 11 febbraio, l'associazione Libera ha indetto una manifestazione davanti alla chiesa del Redentore. Nella stessa parrocchia, ieri mattina, il presidente dell'associazione, Don Luigi Ciotti, aveva partecipato ad un incontro sui temi della legalità. In mattinata, il segretario generale della FNSI, Raffaele Lorusso, e i presidenti dell'Associazione della Stampa e dell'Ordine dei giornalisti di Puglia, Bepi Martellotta e Piero Ricci, hanno incontrato il questore di Bari, Carmine Esposito. La Fnsi ha annunciato che, in seguito a quanto accaduto, chiederà al ministro dell'Interno Minniti di convocare una riunione del neo costituito Coordinamento per la sicurezza dei giornalisti.

Le indagini sull'aggressione

Intanto l'informativa della Squadra Mobile è stata trasmessa in Procura. Gli investigatori hanno acquisito le immagini dell'episodio, filmato grazie ad alcune microcamere nascoste. Secondo quanto riportato dal TgR Puglia, al vaglio degli inquirenti ci sarebbe anche la posizione di una seconda donna, che avrebbe rivolto minacce alla giornalista.
 

Potrebbe interessarti

  • Perchè le zanzare pungono proprio te?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • C'era una volta la 'Cialdèdde'

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

I più letti della settimana

  • Nubifragio nella notte in città, tromba d'aria a Torre a Mare: danni alle barche e ai locali della piazzetta

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Furti di auto nei park & ride e nei parcheggi degli ospedali: i nomi dei 6 arrestati

  • "Due minuti per un furto", presa banda di ladri d'auto: colpi nei park&ride e negli ospedali

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Da Giovinazzo a Fesca trasportata dal mare mosso: gabbia per l'allevamento pesci recuperata dalla Guardia Costiera

Torna su
BariToday è in caricamento