Giornalista aggredita al Libertà, controlli rafforzati nel quartiere

In mattinata in Prefettura il vertice del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza. Il sindaco Decaro: "Uno schiaffo alla città, ci sarà risposta della comunità e dello Stato"

Un momento dell'aggressione filmato dalle telecamere nascoste, nel filmato trasmesso dalla Rai - Foto © Ansa

Posti di blocco e controlli rafforzati. Nel quartiere Libertà, dopo l'aggressione alla giornalista Rai Maria Grazia Mazzola da parte della moglie del boss Lorenzo Caldarola, scatta la stretta delle forze dell'ordine. Le misure sono state disposte nell'ambito della riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, che si è tenuta questa mattina in Prefettura.

Decaro: "Ci sarà risposta della comunità e dello Stato"

Al vertice ha preso parte anche il sindaco, Antonio Decaro. "Quello che è accaduto è uno schiaffo alla città, e la città non può porgere l'altra guancia", ha detto il primo cittadino ai microfoni del TgR Puglia. "Ci sarà una risposta della comunità e dello Stato".

La manifestazione di Libera

Per domani, domenica 11 febbraio, l'associazione Libera ha indetto una manifestazione davanti alla chiesa del Redentore. Nella stessa parrocchia, ieri mattina, il presidente dell'associazione, Don Luigi Ciotti, aveva partecipato ad un incontro sui temi della legalità. In mattinata, il segretario generale della FNSI, Raffaele Lorusso, e i presidenti dell'Associazione della Stampa e dell'Ordine dei giornalisti di Puglia, Bepi Martellotta e Piero Ricci, hanno incontrato il questore di Bari, Carmine Esposito. La Fnsi ha annunciato che, in seguito a quanto accaduto, chiederà al ministro dell'Interno Minniti di convocare una riunione del neo costituito Coordinamento per la sicurezza dei giornalisti.

Le indagini sull'aggressione

Intanto l'informativa della Squadra Mobile è stata trasmessa in Procura. Gli investigatori hanno acquisito le immagini dell'episodio, filmato grazie ad alcune microcamere nascoste. Secondo quanto riportato dal TgR Puglia, al vaglio degli inquirenti ci sarebbe anche la posizione di una seconda donna, che avrebbe rivolto minacce alla giornalista.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • assolutamente da condannare ma secondo me non era il giusto momento dell'intervista o delle opinioni...vista la visita di Don Ciotti , il momento critico del rione libertà ed i problemi di malattia del parente.

Notizie di oggi

  • Comunali Bari 2019

    Salvini in via Sparano tra sostenitori e contestatori: "A Bari si può cambiare. I cittadini? Scelgono candidato giusto"

  • Politica

    VIDEO | Tra striscioni di protesta e maschere di Zorro, il corteo degli antisalviniani sfila per il centro

  • Comunali Bari 2019

    Comunali 2019, la sfida per la presidenza nel Municipio 3: i candidati si presentano

  • Cronaca

    Bimbo figlio di due donne, ok dei giudici alla trascrizione dell'atto di nascita

I più letti della settimana

  • Pesciolini d'argento in casa: cosa sono e come difendersi

  • Trema la terra nel Nord Barese: scossa di terremoto avvertita anche a Bari, gente in strada

  • Traffico di droga sull'asse Verona-Bari: colpita 'cellula' del clan Di Cosola, 19 arresti

  • Approvato il piano assunzionale 2019 in Regione: previsti 416 nuovi contratti

  • L'autista cade dal tir e il mezzo prosegue la sua corsa: inseguimento da film sulla A14

  • Colpo all'alba in via Dante: furto nella gioielleria Gabriella Trizio

Torna su
BariToday è in caricamento