Giostrine rotte e pezzi di vetro nel giardino di via della Costituente: "Pericolo per i bambini"

La denuncia arriva da un cittadino, che ha fotografato lo stato di abbandono dell'area verde vicino Parco Due Giugno. "Se i piccoli cadono dalle giostre, rischiano di morire", racconta

L'altalena distrutta

Sull'altalena rimane solo una catena a sorreggere la seduta, ma non va meglio agli altri giochi per bambini, anch'essi distrutti o senza protezioni. Siamo in via della Costituente - vicino a Parco Due Giugno - dove sorge un giardino con gli arredi urbani lasciati in uno stato di incuria assoluto. A farne le spese sono proprio i bambini, che non solo devono stare attenti quando giocano - vista la poca sicurezza delle giostrine -, ma anche a camminare nelle aree verdi. 

Vetri-4Qui infatti, come denuncia un cittadino a Baritoday, "da mesi e mesi e mesi queste attrezzature per il gioco per i più piccoli sono in uno stato di assoluto pericolo dove tutto è contornato da sporcizia, immondizia, incuria dei giardini e tutti gli arredi, ad eccezione di due giostre apparentemente moderne". L'uomo ha scattato diverse foto anche nelle aree verdi e nei viali, per mostrare come ormai la sporcizia faccia da padrona. Capita infatti di trovare anche i cestini portarifiuti staccati dai vandali e abbandonati all'interno dei giardini, con bottiglie di vetro frantumate anche nelle aree percorribili che rischiano di tagliare bambini e adulti. A rendere il tutto più insicuro anche la mancanza di protezione tra le giostrine sporche e piene di graffiti. "Tutti gli arredi e giochi sono insicuri e rotti, ma ci sono anche giochi senza protezione. Nonostante siano stati vandalizzati, infatti, sono comunque accessibili ai bambini, che da una altezza di meno di tre metri posso precipitare e morire", prosegue preoccupato.

Una situazione denunciata più volte all'amministrazione comunale, senza che siano stati presi provvedimenti. "Più volte ho chiamato - conclude - e richiamato e segnalato tutto, ma la situazione non è più sotto il controllo di nessuno, dopo che perdura da stagioni e anni interi. Chiedo al Noe dei carabinieri di prendere consapevolezza di questa situazione di pericolo imminente e sequestrare e chiudere l'area se vi sono le circostanze, perchè non si può più rimandare ed avere ogni settimana ogni giorno questo pericolo".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incendi di auto e furti, i sindaci di Giovinazzo e Molfetta scrivono al Prefetto

  • Cronaca

    Rifiuti abbandonati e 'lancio del sacchetto', sporcaccioni nel mirino: pioggia di multe nel weekend

  • Cronaca

    Caso Bellomo, nuove audizioni in Procura: ascoltate quattro ex corsiste

  • Cronaca

    Accusato di aver soffocato nel sonno la figlia di tre mesi, a processo papà 30enne

I più letti della settimana

  • Omicidio a Carrassi: ucciso 33enne

  • Scontro sulla statale 100, coinvolti sei mezzi: un morto e tre feriti

  • Morta dopo aver infranto una vetrata, l'autopsia: "Escluso litigio violento"

  • Omicidio Andolfi a Carrassi, sparati tre colpi: sicario finge controllo e lo uccide

  • Tre rapinatori irrompono in villa a Torre a Mare: pestato ragazzo 21enne

  • Morta in casa a Polignano, del caso si era occupato 'Chi l'ha visto': "Paola poteva essere salvata"

Torna su
BariToday è in caricamento