Bellavista è libero: revocati anche gli obblighi di dimora e firma.

L'ex capitano del Bari Antonio Bellavista, arrestato il primo giugno scorso nell'ambito del filone Calcioscommesse, è tornato in piena libertà. Il Tribunale di Brescia, infatti, ha revocato ogni misura cautelare

Antonio Bellavista è tornato in piena libertà: l'ex giocatore e capitano del Bari, ora 33enne è stato infatti scagionato dal Tribunale della Libertà di Brescia. Il bitontino, arrestato il primo giugno scorso nel filone del Calcioscommesse, era sì tornato libero a metà luglio ma su di lui gravavano l'obbligo di dimora nella provincia di Bari e l'obbligo di firma. Da venerdì, invece, l'ex giocatore biancorosso è pienamente libero visto che il Tribunale bresciano ha accolto l'appello proposto da Massimo Roberto Chiusolo, legale di Bellavista, il quale ha dichiarato al termine della sentenza: "E' un risultato che ci conforta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come proteggersi dal contagio del ''Coronavirus'': le mascherine, i disinfettanti e le abitudini igieniche

  • Tragedia a Bari: scende per ritirare la frutta, cade a terra e muore. "La versione dell'infarto non convince i figli"

  • Party di compleanno per i 18 anni nonostante i divieti coronavirus: in casa arriva la Polizia, scattano multe salatissime

  • "Non abbiamo più spazio nei cimiteri, dovete rispettare le regole", lo sfogo di Decaro nella diretta social: "Così non ne usciamo più"

  • Primo decesso per Coronavirus a Modugno, il dolore del sindaco Magrone: "Una sconfitta di tutti"

  • Emergenza Coronavirus, 131 nuovi casi in Puglia. Otto morti in un giorno nel Barese

Torna su
BariToday è in caricamento