Inchiesta escort-Tarantini, fissata l'udienza preliminare per Laudati

Il procuratore capo di Bari è indagato dalla Procura di Lecce per abuso d'ufficio e favoreggiamento personale nell'ambito dell'inchiesta sulle escort portate da Tarantini nelle residenze private di Berlusconi

Dovranno comparire davanti al gup di Lecce il 21 maggio prossimo il procuratore capo di Bari Antonio Laudati e l'ex pm Giuseppe Scelsi. Per Laudati e Scelsi la Procura salentina ha chiesto il rinvio a giudizio nell'ambito di presunte irregolarità nella gestione dell'inchiesta sulle escort portate da Giampaolo Tarantini nelle residenze private dell'allora premier Silvio Berlusconi.

Laudati è accusato di abuso d'ufficio e favoreggiamento personale, Scelsi di abuso d'ufficio. In particolare Laudati è accusato di avere favorito Tarantini, e indirettamente Berlusconi, nell'eludere le indagini avviate dal pm Scelsi per lo sfruttamento delle escort baresi.

Tarantini è imputato a Bari con altre persone, tra cui il fratello Claudio e l'attrice Sabrina Began, per associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento, all'induzione e al favoreggiamento della prostituzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxitamponamento a catena sulla Statale 16 a Palese: diversi feriti, traffico in tilt

  • Coronavirus, caso sospetto a Bari: accertamenti su paziente ricoverata al Policlinico, rientrava dalla Cina

  • Ludovica volata via a soli 18 anni, il Ministero le concede il diploma alla memoria: "Una borsa di studio in suo onore"

  • La dea bendata bacia anche Rutigliano: sbancato il gratta e vinci, fortunato si aggiudica 2 milioni di euro

  • Nunzia superstar a New York: le orecchiette di Bari Vecchia conquistano il 'Travel Show'

  • "Da qui non esci vivo", imprenditore vittima d'estorsione legato e minacciato per una denuncia: arrestato 'U can'

Torna su
BariToday è in caricamento