Lavori a inizio 2019 per piazza Redentore: "Pedonalizzazione, arredi e percorsi tattili per non vedenti"

La Giunta ha approvato in giornata il progetto esecutivo per l'area nel quartiere Libertà. Galasso: "Gara entro fine anno". I lavori sono finanziati dal Piano periferie

Una piazza a forma di L vasta 5mila mq, con nuova pavimentazione per l'area pedonalizzata, alberi, aree giochi per bambini e percorsi specifici per persone con disabilità visive. Fissato in mattinata il cronoprogramma per i lavori in piazza Redentore, che affaccia sull'omonima chiesa nel quartiere Libertà, dopo che, su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, la giunta ha approvato il progetto esecutivo.

Lavori a inizio 2019

È lo stesso assessore a indicare quando inizieranno i lavori: "Nei primi mesi del 2019 - commenta - potremo finalmente avviare i lavori di pedonalizzazione e riqualificazioni di quello che è il cuore del quartiere Libertà, secondo il progetto esecutivo approvato oggi che risponde sia alle esigenze dei residenti sia alle richieste dei Salesiani sia ancora alle prescrizioni della Soprintendenza". Il progetto esecutivo andrà in gara entro fine anno e rappresenta solo uno degli interventi previsti nel quartiere:

Nelle prossime settimane procederemo con l’approvazione dei progetti esecutivi relativi ad altri spazi pubblici del Libertà, con l’obiettivo di garantire continuità nella riqualificazione che da piazza Disfida di Barletta e dall’ex Gasometro, attraverso corso Mazzini, via Ettore Fieramosca e via Dante, arriverà sino alla ex Manifattura dei Tabacchi e alla nascente piazza Redentore. Un filo conduttore che favorirà la mobilità pedonale e la socialità all’interno di un quartiere in cui la vivibilità degli spazi pubblici oggi è particolarmente sofferente.

L'intervento avrà un costo totale di 1 milione e 200mila euro, finanziato con il Piano periferie 2016, anche definito "Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluoghi di provincia" (Piano periferie 2016).

14-12-18 riqualificazione piazza redentore_render 1-2

Gli interventi

Il progetto prevede la realizzazione di una grande piazza di quartiere a forma di L di circa 5000 mq attraverso la riqualificazione degli spazi urbani e la pedonalizzazione dell’intera area interessata dall’intervento. La nuova piazza del Redentore si svilupperà su un’unica superficie priva di dislivelli ed evidenzierà gli accessi alla chiesa, all’oratorio e alla scuola. Nell’ambito dei lavori saranno rimossi circa 2500 mq di asfalto, e inserita una pavimentazione in lastre di pietra locale per un totale di circa 4000 mq, saranno messi a dimora 19 nuovi alberi - 16 di canfora e 3 di pruno - mentre nuove piante di agapanthus saranno piantumate nelle aiuole. La piazza sarà dotata anche di un’area giochi per bambini di circa 500 mq, pavimentata in gomma antitrauma, di 30 panchine lineari monolitiche in conglomerato bianco, di 8 cestini portarifiuti per raccolta differenziata, 3 portabici ad arco in acciaio inox, mappe tattili per non vedenti e dissuasori per delimitare la corsia di traffic calming che sarà istituita sul tratto finale di via Crisanzio. Il marciapiede antistante i locali commerciali di via Crisanzio prospicienti la piazza sarà ampliato e rinnovato.

Previsti anche il completamento dell’impianto di pubblica illuminazione a servizio dell’area, con 37 lampioni a led ad alto risparmio energetico, e l’installazione di 11 postazioni della rete di videosorveglianza pubblica. Nel corso dell’intervento sarà realizzato l’impianto di prima pioggia per il recupero e trattamento delle acque raccolte e un impianto di irrigazione a servizio di tutte le aiuole presenti sulla piazza.

"Integrati anche gli elementi architettonici dei Salesiani"

Nel progetto sono presenti anche le istanze dell’Istituto Salesiano Redentore di rinnovare e integrare al nuovo spazio urbano anche gli elementi architettonici di pertinenza della Chiesa quali la scalinata, la rampa disabili, le statue e l’illuminazione della facciata. Sarà perciò rimossa la recinzione metallica della chiesa su via Martiri d’Otranto e saranno posizionati corpi illuminanti a pavimento idonei ad illuminare il prospetto principale della Chiesa e le due statue sul sagrato. Per consentire l’eventuale accesso dei mezzi di servizio e di emergenza davanti alla chiesa in occasione di eventi speciali, sarà collocato un dissuasore semi-automatico nel tratto di corsia a quota piazza in corrispondenza di via Martiri d’Otranto.

Una piazza che sarà accessibile a persone con limitata capacità motoria, grazie alle rampe in pietra poste in corrispondenza di ciascun incrocio e alla pavimentazione senza dislivelli.  Vista la pedonalizzazione, saranno invertiti i sensi di marcia di via Petrelli e della attuale parallela al tratto finale di via Crisanzio, che di fatto si trasformerà nella corsia di traffic calming. Pertanto il traffico veicolare più intenso proveniente da via Brigata Bari, tramite via Libertà, e da via Crisanzio sarà direzionato verso corso Italia tramite via Petrelli: tale modifica ridurrà sensibilmente il traffico di attraversamento in direzione della stazione nei tratti finali di via Martiri d’Otranto e di corso Italia. Nonostante la pedonalizzazione, non mancheranno spazi per la sosta: la larghezza della sezione stradale del tratto finale di via Martiri d’Otranto, opportunamente ridisegnata con appalti di manutenzione straordinaria strade e marciapiedi di prossima esecuzione, consentirà di recuperare tutti gli spazi di sosta persi con l'intervento.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Comunali Bari 2019

    Salvini in via Sparano tra sostenitori e contestatori: "A Bari si può cambiare. I cittadini? Scelgono candidato giusto"

  • Politica

    VIDEO | Tra striscioni di protesta e maschere di Zorro, il corteo degli antisalviniani sfila per il centro

  • Comunali Bari 2019

    Comunali 2019, la sfida per la presidenza nel Municipio 3: i candidati si presentano

  • Cronaca

    Bimbo figlio di due donne, ok dei giudici alla trascrizione dell'atto di nascita

I più letti della settimana

  • Pesciolini d'argento in casa: cosa sono e come difendersi

  • Trema la terra nel Nord Barese: scossa di terremoto avvertita anche a Bari, gente in strada

  • Traffico di droga sull'asse Verona-Bari: colpita 'cellula' del clan Di Cosola, 19 arresti

  • Approvato il piano assunzionale 2019 in Regione: previsti 416 nuovi contratti

  • L'autista cade dal tir e il mezzo prosegue la sua corsa: inseguimento da film sulla A14

  • Colpo all'alba in via Dante: furto nella gioielleria Gabriella Trizio

Torna su
BariToday è in caricamento