Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Assenteismo all'ospedale di Monopoli, il pm: "Coinvolti anche parcheggiatore abusivo e un medico esterno alla struttura"

 

"Venivano utilizzati anche soggetti esterni a cui era stata data la card segnatempo dal personale dell'ospedale. Ad esempio è stato coinvolto un parcheggiatore e il medico di un'altra struttura ospedaliera, che aveva una relazione con una dipendente del 'San Giacomo'". È il procuratore aggiunto Lino Bruno a fornire nuovi dettagli sull'inchiesta relativa ai casi di assenteismo all'ospedale di Monopoli, nel quale risultano indagate 46 persone. Tra i 'collaboratori' c'erano anche autisti delle ambulanze: i mezzi venivano utilizzati anche per scopi non legati al soccorso medico.

Le indagini, partite a ottobre dello scorso anno e proseguite fino all'inizio del 2019, hanno fatto emergere così un sistema molto esteso che permetteva al personale del 'San Giacomo' di assentarsi per raggiungere la casa al mare, andare al bar o all'ufficio postale e persino per perdere tempo all'interno della stessa struttura. "In alcuni casi - ha ricordato il procuratore Giuseppe Volpe in conferenza stampa - abbiamo trovato persone che rimanevano per ore in una delle stanze dell'ospedale, senza che ci fosse una reale necessità". Grazie a un sistema di collaborazione per 'badgare', la Procura ha calcolato che il monte ore indebitamente percepito dalle persone arrestate era superiore a 660.

"Fondamentale per l'avvio delle indagini - ha aggiunto la pm Chiara Giordano - sono state anche le segnalazioni degli utenti dell'ospedale. In molti si sono lamentati perché il servizio non era efficiente. E questo era dovuto anche alle assenze prorogate delle personale coinvolto, che spesso utilizzava dichiarazioni sostituitive per giustificare l'assenza, indicando che il loro badge era stato smarrito o si era smagnetizzato. L'utilizzo di quel permesso dovrebbe avvenire in casi eccezionali, invece era diventato quasi una prassi".

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento