Intossicati mentre lavoravano nei vigneti di Turi: 20 braccianti agricoli ricoverati negli ospedali di Bari e provincia

Tra i lavoratori anche molte donne: avrebbero respirato vapori chimici, per un effetto accentuato forse dal caldo degli ultimi giorni

Un gruppo di 20 braccianti bridisini è rimasto intossicato mentre operava tra i tendoni in un vigneto nelle campagne di Turi, nel Barese. Tra i lavoratori anche molte donne, provenienti in aprticolare da Oria ed Erchie: avrebbero respirato vapori chimici, per un effetto accentuato forse dal caldo degli ultimi giorni. I venti operai agricoli sono stati soccorsi da personale del 118 e quindi ricoverati in codice giallo in diverse strutture ospedaliere di Bari e provincia, per essere dimessi con prognosi tra i 2 e i 5 giorni.

L'episodio è al vaglio dei Carabinieri: si cerca di stabilire le cause dell'intossicazione. I braccianti hanno riportato nausea, crampi addominali e bruciori. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito mentre attraversa la Tangenziale: un morto. Traffico bloccato sulla Statale 16

  • Pitbull senza guinzaglio semina il panico in pizzeria: si avventa contro cagnolino e lo uccide

  • Un nuovo McDonald's a Bari: al via le selezioni online per il personale, 80 posti disponibili

  • Sparatoria tra la folla nel centro storico di Bitritto: feriti un passante e un pregiudicato

  • Incidente in Tangenziale all'altezza di Santa Fara: traffico in tilt e code per chilometri

  • Processo estorsioni clan Parisi, confermate 30 condanne in Appello: ridotta pena per Savinuccio

Torna su
BariToday è in caricamento