Intossicati mentre lavoravano nei vigneti di Turi: 20 braccianti agricoli ricoverati negli ospedali di Bari e provincia

Tra i lavoratori anche molte donne: avrebbero respirato vapori chimici, per un effetto accentuato forse dal caldo degli ultimi giorni

Un gruppo di 20 braccianti bridisini è rimasto intossicato mentre operava tra i tendoni in un vigneto nelle campagne di Turi, nel Barese. Tra i lavoratori anche molte donne, provenienti in aprticolare da Oria ed Erchie: avrebbero respirato vapori chimici, per un effetto accentuato forse dal caldo degli ultimi giorni. I venti operai agricoli sono stati soccorsi da personale del 118 e quindi ricoverati in codice giallo in diverse strutture ospedaliere di Bari e provincia, per essere dimessi con prognosi tra i 2 e i 5 giorni.

L'episodio è al vaglio dei Carabinieri: si cerca di stabilire le cause dell'intossicazione. I braccianti hanno riportato nausea, crampi addominali e bruciori. 

Potrebbe interessarti

  • 8 trucchi per togliere le pieghe sui vestiti senza usare il ferro da stiro

  • Le tignole mangiano il guardaroba: i rimedi per eliminarle dal nostro armadio

  • La Tiella di Patate Riso e Cozze

  • Bocca in fiamme per il peperoncino? I rimedi per togliere il bruciore

I più letti della settimana

  • Annega in mare a Metaponto, muore mamma 26enne residente nel Barese. Salva la figlia di 6 anni

  • Auto si ribalta all'altezza di una rotatoria, 32enne barese muore in provincia di Milano

  • "Le urla, poi quel bimbo adagiato sugli scogli: in quel momento abbiamo pensato solo a ciò che potevamo fare"

  • Scomparso da due giorni a Modugno: 52enne ritrovato senza vita

  • Tentato omicidio Gesuito in zona Cecilia, arrestato il boss Andrea Montani: "Agì per vendicare morte del figlio"

  • Ragazzo di 17 anni trovato morto in casa a Monopoli, decesso per cause naturali. Indaga la Polizia

Torna su
BariToday è in caricamento