Arrestato e scarcerato dopo poche ore: torna in libertà il figlio del boss Caldarola

I poliziotti lo avevano trovato in possesso di droga: nel processo per direttissima il giudice ha deciso di non applicare misure cautelari. Il 19enne è formalmente incensurato, anche se ha precedenti risalenti a quando era minorenne

Era stato arrestato in flagranza dagli agenti della Squadra Mobile che avevano trovato nella sua abitazione 5 grammi di cocaina, ma è stato scarcerato dopo poche ore il 19enne Ivan Caldarola, figlio di Lorenzo, ritenuto elemento di spicco del clan Strisciuglio al quartiere Libertà.

Sottoposto a processo per direttissima il giudice, in sede di convalida dell’arresto, ha ritenuto di non applicare misure cautelari perché il ragazzo è formalmente incensurato, sebbene abbia precedenti per fatti commessi quando era ancora minorenne. Difeso dall’avvocato Attilio Triggiani, il 19enne ha scelto di essere processato con il rito abbreviato e la sentenza sarà emessa nelle prossime ore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Caldarola in passato è stato coinvolto nel processo sulla morte di Florian Mesuti, il ragazzo albanese ucciso al Libertà nel 2014. Il giovane fu assolto dall'accusa di essere stato l'istigatore morale del delitto, per cui invece è stato condannato, quale esecutore materiale, il fratello Francesco. Nei mesi scorsi Ivan Caldarola è stato condannato in appello a 3 anni di reclusione (pena sospesa) per una rapina a mano armata in una sala slot di via Napoli. Nei suoi confronti pende anche un processo per violenza sessuale, nell’ambito del quale è stato rinviato a giudizio dinanzi al Tribunale per i Minorenni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Barese, ragazzino di 12 anni muore soffocato da una mozzarella

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia: un contagio registrato in provincia di Bari

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Vento forte e rischio temporali, maltempo in arrivo anche sul Barese

Torna su
BariToday è in caricamento