Fibronit, M5S contro Maugeri: "Non contaminata area ex Bricorama? Strano"

Il MoVimento replica all'invito dell'assessore comunale all'Ambiente a "evitare strumentalizzazioni" dopo il rapporto degli attivisti sull'area dell'ex fabbrica a Japigia. Critiche anche a Lacarra per la vicenda delle fontane sul Lungomare

"Prendiamo atto della risposta dell'assessore Maugeri in merito al caso Fibronit, ma, onestamente, ci sembra alquanto strano che l'area ex Bricorama, a diretto contatto con un sito altamente inquinato dall'amianto, non abbia subito alcun tipo di contaminazione". A rilanciare la questione dell'area attigua all'ex fabbrica nel quartiere Japigia è il portavoce del MoVimento 5 Stelle Bari, Vincenzo Madetti, che replica alle dichiarazioni, rilasciate pochi giorni fa, dell'assessore comunale all'Ambiente, Maria Maugeri, in cui invitava a "evitare strumentalizzazioni", rese note in risposta a un report del M5S sull'area dove sorgono i resti della fabbrica.

Madetti spiega la posizione e lo spirito del MoVimento: "E' vero - ribatte - noi siamo nuovi alle storie della vecchia politica, cosa della quale ce ne facciamo un vanto, diversamente dalla presente amministrazione che, certamente, non ha fatto della trasparenza un suo vessillo. Secondo Madetti, "a Bari gli aumenti relativi alla Tarsu prima, e alla Tares dopo", sarebbero stati causati da quella che definisce una "illegale quota di raccolta differenziata (d.lgs. 152/2006 che impone a tutti i Comuni una quota minima di raccolta pari al 65% entro il 31/12/13 contro un misero 25% del Comune di Bari)".

I 5 stelle criticano Maugeri anche per la questione del canile comunale situato in zona Asi, rilevando di non averla "sentita ammettere che sia aperto soltanto grazie a una ordinanza sindacale in quanto privo di autorizzazioni sanitarie e amministrative". Il M5S  risponde anche all'assessore ai Lavori pubblici, Lacarra, in merito alla vicenda delle fontane del lungomare, spendte oramai da anni: "Forse - puntualizza Madetti - ha letto superficialmente il nostro articolo perché noi vorremmo sapere quali siano stati i costi delle fontane, della loro manutenzione e quali risorse finanziarie siano state utilizzate".

Più in generale, secondo i 5 Stelle, i questi giorni "la nostra città somiglia molto alla 'Primavera' di Botticelli, per un continuo fiorire di inaugurazioni e di cantierizzazioni, qualcuna andata bene come l'asilo a S. Pio, qualcun'altra miseramente naufragata come la pista ciclabile del lungomare. Certamente ci farebbe piacere, o meglio, farebbe piacere ai cittadini baresi - conclude - avere risposte alle nostre lecite domande". 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due baresi morti nel terribile incidente di Mottola: le vittime sono tre, altrettanti i feriti di cui uno in gravi condizioni

  • Violenta rissa a Bari, volano calci e pugni in strada: arrestati studente universitario e due trentenni

  • Panico da Coronavirus, l'ordine degli psicologi in Puglia lancia l'allarme: "State lontani dai social, veicolano solo terrore"

  • Scontri tra tifosi baresi e leccesi in autostrada a Cerignola: veicoli in fiamme

  • Cinque casi sovrapponibili al coronavirus in Puglia, scatta il censimento per chi arriva dalle regioni del contagio

  • Donna trovata morta in casa a Bari: l'allarme lanciato dai parenti, era deceduta da un mese

Torna su
BariToday è in caricamento