Japigia, al via il recupero della Pineta. Lacarra: "Riaprirà entro un mese"

Dopo anni di abbandono comincia il recupero della struttura: nuova illuminazione, più verde e spazi per lo sport

Japigia potrà presto fruire di uno dei luoghi più degradati del quartiere, la Pineta di San Luca. Sono infatti cominciati i lavori di pulizia e ristrutturazione che permetteranno, dopo una decina di anni di totale abbandono, di restituire alla cittadinanza un luogo simbolico per incuria e sporcizia. Meta di vandali e malavitosi, adoperato spesso come discarica e deposito per refurtiva, non è mai stato utilizzato dai cittadini, trattato quasi come un luogo proibito: una specie di 'buco nero' di 3mila mq, tra la parrocchia di San Luca e la scuola Santarella, non lontano dal Palaflorio, dove era possibile trovare carcasse di moto bruciate, elettrodomestici, resti di portafogli presumibilmente rubati e, in un tempo non troppo lontano, anche siringhe utilizzate da tossicodipendenti. 

Adesso invece sono in corso i primi lavori di recupero, come testimoniato  dall'assessore comunale ai Lavori Pubblici Marco Lacarra, presente sul cantiere: "Si tratta - ha spiegato a Baritoday - di una ristrutturazione prevista nell'ambito del più complessivo Pirp di Japigia. Nel giro di un mese l'area verrà restituita agli abitanti. Attualmente si sta procedendo alla piantumazione, al ripristino degli arredi e al recupero di un edificio che sarà adibito a punto ristoro, la cui gestione verrà assegnata tramite un bando". Nuovi alberi e panchine dunque, ma anche una migliore illuminazione per migliorarne la sicurezza. Nella pineta vi saranno anche un campo da bocce e uno multi-funzione per calcio e pallavolo. Sull'avvio dei lavori il capogruppo Pdl della V Circoscrizione, Claudio Sgambati, esprime la sua soddisfazione: "Avevamo denunciato numerose volte nel corso degli anni lo stato di degrado in cui versava la struttura. Prendiamo atto dell'avvio dei lavori, richiesti a gran voce dal Pdl e dai cittadini della zona".

Non resta quindi che aspettare circa un mese. Nella 'nuova' pineta non ci saranno però giostrine per i bambini: per quelle c'è l'altro giardino in via di completamento, in via Caldarola, a pochi passi da un distributore di benzina. Anche per quello si dovrebbero attendere una trentina di giorni, il tempo di ultimare i lavori ed espletare le ultime pratiche burocratiche. Entro fine luglio dunque, Japigia potrà contare su due nuovi spazi di aggregazione che, si spera, non facciano la fine di Ecopoli, il grande spazio verde a ridosso del Teatro Team, ricavato da una discarica, che sembra essere, per certi versi, 'ritornato' alla sua destinazione d'uso, visto il totale degrado in cui versa. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito mentre attraversa la Tangenziale: un morto. Traffico bloccato sulla Statale 16

  • Il dolore per Ivan, morto in uno schianto in moto a 17 anni: "Ora sei un angelo, ti ricorderemo sempre"

  • Pitbull senza guinzaglio semina il panico in pizzeria: si avventa contro cagnolino e lo uccide

  • Schianto con la moto alla zona industriale: muore ragazzo di 17 anni, ferito l'amico

  • Sparatoria tra la folla nel centro storico di Bitritto: feriti un passante e un pregiudicato

  • Incidente in Tangenziale all'altezza di Santa Fara: traffico in tilt e code per chilometri

Torna su
BariToday è in caricamento