Japigia: ritrovato un fucile nell'impianto di depurazione dell'Acquedotto

L'arma, un fucile semiautomatico calibro 7.65, era stata smontata e avvolta in un bustone di cellophane che ostruiva il flusso di depurazione. Ad accorgersi dellla presenza dell'oggetto sono stati i dipendenti dell'impianto, che hanno poi avvertito i carabinieri

Singolare ritrovamento ieri sera nell'impianto di depurazione delle acque reflue dell'Acquedotto Pugliese, in strada Santa Teresa al quartiere Japigia. I carabinieri, allertati dai dipendenti dell'impianto, hanno recuperato un fucile semiautomatico calibro 7.65. L'arma era stata smontata e avvolta in una grande busta di plastica e abbandonata in una delle vasche dell'impianto. Ad accorgersi dell'oggetto sono stati proprio i dipendenti di turno nella struttura, poichè la busta ostruiva in parte il flusso il depurazione. I carabinieri intervenuti sul posto hanno recuperato l'arma, che sarà esaminata dalla Sezione investigazioni scientifiche per verifiche sulla provenienza e per accertare se sia stato usata in recenti episodi di sangue.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Urtano un'auto in via Amendola, finti poliziotti scendono e rubano denaro a un ragazzo: fuga da Bari a Mola, inseguiti e arrestati

  • Da giorni con il mal di gola, chiama i soccorsi ma non viene ricoverata: muore donna. Aperta un'inchiesta

  • Blitz in un negozio cinese all'ingrosso di Bari: sequestrati 100mila euro di prodotti 'Apple' e 'Samsung' taroccati

  • Problema in volo sull'aereo Bari-Milano, il carrello non risponde ai comandi e il pilota fa dietrofront: atterraggio ok

  • Incidente a Bari, schianto all'incrocio: auto finisce fuori strada e abbatte semaforo

  • Fuga da film alle porte di Bari, inseguiti dai carabinieri dopo un furto a Casamassima si schiantano con l'auto: presi

Torna su
BariToday è in caricamento