Tra buche e segnali 'pendenti': a Japigia la guida diventa uno slalom

Scarsa manutenzione del manto stradale, piccole voragini, cartellonistica da riparare

Se non sono 'finestre sulla Cina' ci manca comunque poco. Metti una passeggiata con la propria auto a Japigia e ci si ritrova a passare di buca in buca, rischiando di danneggiare le sospensioni della propria auto, o anche, in caso di strada bagnata, conseguenze ben peggiori. Lo stato del manto stradale delle vie del quartiere peggiora di giorno in giorno. E' sufficiente transitare in via Caldarola e nelle strade adiacenti per rendersi conto della situazione non più sostenibile. I tagli nel budget comunale hanno avuto il risultato di ridurre all'essenziale la manutenzione delle strade. In certi casi però gli interventi non sono più rimandabili.

Come nel caso di via Giorgio La Pira, dove il passaggio di bus e automobili ha causato la formazione di due voragini, una proprio attorno a un tombino incassato nell'asfalto. Per non farci mancare nulla, oltre alla scarsa manutenzione stradale, abbiamo anche notato un cartello 'pendente' che indica la presenza di una pista ciclabile, nei pressi del liceo 'Salvemini', piegato da qualche automobilista poco attento. A quando il ripristino di un manto stradale adeguato? I residenti se lo chiedono ormai da mesi, ma non ottengono risposte soddisfacenti. Intanto imparano a fare lo slalom.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito mentre attraversa la Tangenziale: un morto. Traffico bloccato sulla Statale 16

  • Il dolore per Ivan, morto in uno schianto in moto a 17 anni: "Ora sei un angelo, ti ricorderemo sempre"

  • Pitbull senza guinzaglio semina il panico in pizzeria: si avventa contro cagnolino e lo uccide

  • Schianto con la moto alla zona industriale: muore ragazzo di 17 anni, ferito l'amico

  • Sparatoria tra la folla nel centro storico di Bitritto: feriti un passante e un pregiudicato

  • Incidente in Tangenziale all'altezza di Santa Fara: traffico in tilt e code per chilometri

Torna su
BariToday è in caricamento