Si staccano pietre da Lama Monachile e finiscono in mare, stop ai bagni accanto alla parete rocciosa

La disposizione della Capitaneria di Porto riguarda il tratto fino a 10 metri dalla parte interessata dal crollo. Il Comune dovrà anche provvedere a installare cartelli informativi

La Capitaneria di Porto di Monopoli ha interdetto la balneazione in un'area dell'iconica spiaggia di Lama Monachile a Polignano a Mare. La decisione è stata presa a seguito di un pezzo di roccia finito in mare dopo essersi sgretolato. L'episodio non ha, fortunatamente, provocato feriti. La disposizione prevede lo stop a "qualsiasi tipo di immersione subacquea, a qualsiasi tipo di pesca e a di navigazione (ivi comprese le attività di sosta ed ancoraggio), con qualunque tipo di unità (anche da spiaggia) ed in genere a qualunque attività inerente, anche indirettamente, l’uso del mare, ad una distanza inferiore a 10 metri dalla parete rocciosa della Lama Monachile".

L'ordinanza aggiunge che "il Comune di Polignano a Mare deve provvedere all’installazione di idonea cartellonistica monitoria e relative boe di segnalazione utili a consentire l’individuazione, a mare, dello specchio acqueo oggetto del presente provvedimento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere in auto con la cocaina, sorpreso dai colleghi durante un controllo: arrestato

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Maxi operazione dei carabinieri tra Bari e Altamura: 50 arresti tra capi clan e affiliati, scacco matto ai D'Abramo-Sforza

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

  • Operazione antimafia nel Barese: 54 arresti e due anni di indagini, così è stato disarticolato il clan D'Abramo-Sforza

Torna su
BariToday è in caricamento