Il monumento di Aldo Moro preda dei vandali: devastata la lapide nei giardini della stazione

La denuncia arriva dal Comitato di piazza Umberto, che ha postato le immagini della lapide, collocata in piazza Moro, fatta a pezzi e lasciata sul terreno

Finisce a terra, spezzata in più parti, la lapide del monumento dedicato allo statista Aldo Moro in piazza Moro. A dare notizia dell'atto vandalico nel cuore del quartiere Murattiano, sono i residenti riuniti nel Comitato di piazza Umberto, che questa mattinta hanno scattato diverse foto per testimoniare lo stato del monumento in onore dello statista.

43350135_2209031866007603_6415305423544385536_o-2

Un terribile atto che si aggiunge ai tanti problemi più volte denunciati da coloro che frequentano anche il vicino giardino di piazza Umberto: dai rifiuti lasciati tra panchine e cespugli ai vestiti abbandonati sugli alberi. "E' una lotta all'infinito che resta senza risposte - ricorda il presidente del Comitato, Lorenzo Scarcelli -, non si possono lasciare questi giardini in queste condizioni. Siamo all'ingresso di via Sparano, questo è il biglietto da visita di questa città. Noi speriamo che, una volta terminata via Sparano, ci si dedichi seriamente ala riqualificazione di queste aree verdi".

43442097_2209032266007563_6293427677751672832_o-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz a Bari, raffica di arresti nel clan Parisi-Palermiti-Milella: smantellati arsenale da guerra e traffico di droga

  • Colpo al clan Parisi-Palermiti-Milella: i nomi degli arrestati nel blitz dei carabinieri a Bari

  • Capodanno a Bari con lo show in piazza Libertà: anche quest'anno il concerto in diretta su Canale 5

  • Alla guida senza patente e con addosso eroina, non si ferma all'alt della polizia: inseguimento da film in Tangenziale

  • L'arsenale dei Parisi-Palermiti-Milella in un anonimo appartamento di Japigia. Chili di cocaina pronti per i clan di tutta la città

  • Irrompono negli uffici della polizia Locale di Capurso: comandante preso a pugni in faccia e minacciato di morte

Torna su
BariToday è in caricamento