Laudati alla Procura generale di Roma, arriva il primo sì al trasferimento

Via libera della Terza Commissione del Csm alla domanda di trasferimento del procuratore di Bari, sotto inchiesta a Lecce per favoreggiamento nei confronti di Tarantini e Berlusconi nell'inchiesta sulle escort

Il procuratore capo di Bari Laudati verso il trasferimento alla Procura generale di Roma. Il primo sì, quello della terza commissione del Csm, è arrivato ieri. Se la richiesta dovesse incassare anche il via libera del plenum, il trasferimento diventerà effettivo.

A chiedere di poter lasciare la Procura di Bari è stato qualche mese fa lo stesso Laudati per evitare la procedura di trasferimento per incompatibilità ambientale: una scelta "dolorosa ma necessaria", come spiegò egli stesso, legata al fatto di essere finito sotto inchiesta a Lecce con l'accusa di aver favorito Tarantini e Berlusconi nel processo barese sulle escort.

In un primo momento Laudati aveva chiesto in realtà di poter tornare alla Procura nazionale antimafia, dove si trovava prima di cominciare, quattro anni fa, il suo incarico a Bari, ma la sua richiesta era stata bocciata dal Csm. Ora invece per il procuratore capo di bari il trasferimento potrebbe essere molto vicino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nonnina fortunata a Bari: 90enne si aggiudica 200mila euro al Gratta e Vinci

  • Coronavirus, caso sospetto a Bari: accertamenti su paziente ricoverata al Policlinico, rientrava dalla Cina

  • Ludovica volata via a soli 18 anni, il Ministero le concede il diploma alla memoria: "Una borsa di studio in suo onore"

  • La dea bendata bacia anche Rutigliano: sbancato il gratta e vinci, fortunato si aggiudica 2 milioni di euro

  • Tenta di attraversare con le sbarre in chiusura, auto resta bloccata al passaggio a livello

  • "Da qui non esci vivo", imprenditore vittima d'estorsione legato e minacciato per una denuncia: arrestato 'U can'

Torna su
BariToday è in caricamento