Ex Onpi, il Comune pensa alla ristrutturazione: "Gli ospiti trasferiti in un'altra struttura"

I lavori nella struttura di corso Alcide De Gasperi che attualmente accoglie 14 anziani partiranno a breve. Gli ospiti saranno trasferiti presso un'altra casa di riposo, mentre, assicura il Comune, gli operatori non perderanno il lavoro

I lavori di ristrutturazione nella casa di riposo ex Onpi di corso Alcide De Gasperi stanno per partire. Ad annunciarlo oggi il city manager Vito Leccese, gli assessori ai Lavori pubblici e al Welfare, Marco Lacarra e Ludovico Abbaticchio, e il presidente della commissione consiliare Politiche sociali Carlo Paolini, in un incontro convocato in risposta ai dubbi sollevati dall'opposizione nel corso di un'altra conferenza stampa, tenutasi sempre in mattinata.

Gli interventi, hanno spiegato gli esponenti della giunta Emiliano, sono resi necessari dall’inadeguatezza alle norme in materia di sicurezza e dalle condizioni ormai obsolete dell’edificio, rilevate in questi mesi sia dalla Asl che dai Nas. Per i lavori saranno impiegati 5 milioni e 500mila euro (2 milioni e 500mila del Comune di Bari, gli altri rivenienti da fondi regionali).

Ma obiettivo dell'incontro è stato soprattutto quello di rassicurare sulle sorti dei 14 anziani che attualmente risiedono nella struttura e dei quarantasei dipendenti della cooperativa Sirio che vi operano, dal momento che i lavori dureranno all'incirca un anno e mezzo. Gli ospiti dell’ex Onpi, è stato spiegato, saranno temporaneamente trasferiti nella struttura residenziale per anziani Casa Serena, a Capurso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“I lavori per la ristrutturazione dell’ex ONPI partiranno ad horas e dureranno circa un anno e mezzo - ha concluso Marco Lacarra -. Gli interventi ci restituiranno una struttura moderna dal punto di vista energetico e funzionale, capace di accogliere degnamente un centinaio di ospiti. Grazie ad un bando regionale è stato possibile incrementare le risorse disponibili per l’intervento, che consentirà di dotare la città di un servizio residenziale di alto livello nonostante i Comuni non siano più titolari della funzione” .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Barese, ragazzino di 12 anni muore soffocato da una mozzarella

  • Traffico di droga, blitz dei carabinieri nel Barese: smantellata banda, undici arresti

  • Giovane assalita da gruppetto di ragazze per le strade dell'Umbertino: "Erano quindici contro una"

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Incidente sulla Statale 16, moto urta tir e finisce sull'asfalto: centauro travolto da auto e ferito

  • Fiumi di droga nel Barese, il capo gestiva il sistema dal carcere: acquirenti 'attesi' nella palazzina in centro a Mola

Torna su
BariToday è in caricamento