Libertà: a luglio il nuovo parco intitolato a Mimmo Bucci

Tra quattro mesi sarà inaugurata la nuova area verde del quartiere, in via De Bernardis, intitolata al musicista scomparso in un tragico incidente nel 2007. Stamattina il sopralluogo dell'assessore Lacarra: "Opere a buon punto". Il progetto da 1,2 milioni, prevede sale lettura, zona ristoro, aree ludiche e sportive e centro per anziani

A luglio, il cuore del quartiere Libertà avrà il suo nuovo polmone verde. La certezza sui tempi, salvo complicazioni ovviamente, è arrivata stamattina direttamente dall'assessore comunale alle Opere Pubbliche Marco Lacarra che, con tecnici e ingegneri al seguito, ha fatto il primo sopralluogo sul cantiere di Parco De Bernardis.
L'area, ripresa a settembre scorso dopo decenni di abbandono e incuria, sarà intitolata, come deciso un paio di mesi fa, al musicista Mimmo Bucci, da sempre anima del quartiere e tragica vittima, nel maggio 2007, di un incidente stradale sul lungomare di Bari.

I lavori, come accertato dal delegato di Emiliano, sono a buon punto: "Tutto procede bene. E' stato fatto il movimento terra e gli scavi necessari per ospitare le opere che successivamente andremo a realizzare". E allora, quali sono le opere? Stando al progetto originario da 1,2 milioni di euro, si prevede prima di tutto, un grande giardino con relativo percorso attrezzato che lo attraversa da via De Bernardis a via Don Bosco. Saranno installate sedute in pietra con spalliera, sarà costruita una galleria con sale lettura, fontana a cascata, una piccola zona ristoro con copertura trasparente a sbalzo, e due diverse aree ludiche e sportive per i più piccoli tra i 2 e gli 8 anni e tra i 9 e i 16 anni.

Insomma, un vero e proprio parco su 2500 metri quadri in grado di soddisfare anche le esigenze dei più 'grandi' con la realizzazione di un centro per anziani. E tanta ombra con zone relax sotto i lecci, i platani e le canfore che costituiranno l'arredo verde. Poi ancora cespugli fioriti e leggeri movimenti di terra per creare piccoli dislivelli a effetto.
Cercare di spiare i lavori, da via De Bernardis, ora è ancora difficilissimo: i tecnici, in questa 'fase uno' del progetto, hanno preferito lasciare la recinzione in muratura e i pannelli metallici per evitare furti o atti vandalici. Ma questo 'muro' cadrà nel momento in cui i lavori finiranno, a luglio prossimo, ma il parco sarà comunque custodito e recintato. Anche la zona esterna del marciapiede subirà un restyling con alberi e nuova pavimentazione.

Potrebbe interessarti

  • ''U scazzecappetìte'': sapete cos'è?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • 7 consigli per eliminare il cattivo odore delle ascelle

  • Forno a microonde, quali sono i reali rischi per la salute?

I più letti della settimana

  • Si sottopone a operazione per dimagrire, madre 35enne muore dopo bendaggio gastrico alla clinica Mater Dei

  • Punta la pistola contro universitari e pretende di parcheggiare: "Toglietevi da lì", paura per 3 ragazzi a San Pasquale

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Dal gioco d'azzardo alle estorsioni agli imprenditori: la mappa dei racket dei clan in città

  • In arrivo un'altra ondata di maltempo: allerta arancione per martedì, previsti temporali e grandine

  • Furbetti del cartellino all'ospedale San Giacomo di Monopoli: i nomi dei 13 arrestati

Torna su
BariToday è in caricamento