Libertà, l'oratorio dei Salesiani si rifà il look. A settembre al via i lavori

Dopo l'estate il cantiere per la riqualificazione della zona ricreativa della Parrocchia Redentore. Dei 300mila euro necessari ce ne sono solo 85mila. Così si procederà con una prima tranche, in attesa che anche il Comune faccia la sua parte

La riqualificazione va fatta ma i fondi a disposizione, almeno per ora, sono pochi. "Abbiamo solo i fondi messi a disposizione dalla Provincia di Bari e quelli della raccolta fondi di maggio scorso. Ma per fare tutto c'è bisogno di 300mila euro". Le parole sono quelle di don Francesco, uno dei 'massimi esponenti' della Parrocchia Redentore, cuore pulsante e centro di ricreazione per i ragazzi del quartiere Libertà. La chiesa ha, annesso, il suo oratorio dei Salesiani che va ristrutturato ma, con i soldi che ci sono, si potrà attivare solo una prima serie di lavori. E per fare questo, comunque, si dovrà aspettare settembre.

Il progetto originale di restyling prevede la ristrutturazione del cortile, degli spogliatoi, la realizzazione di un campo polivalente di basket e pallavolo, e un area ludica con due rettangoli di gioco per il calcio a cinque, il tutto per un totale di spesa da 300mila euro. Adesso ci sono solo, si fa per dire, 27.047 euro provenienti dalla vendita dei biglietti della raccolta di beneficenza di maggio scorso, 10mila euro di donazioni sul conto corrente della Parrocchia e 47mila della Provincia. "Con questi soldi potremo avviare solo una prima tranche di lavori che comprenderanno un campo da calcio a 5 in erba sintetica e la ristrutturazione degli spogliatoi", spiega don Francesco che coglie l'occasione per togliersi un sassolino dalla scarpa: "Anche il Comune ci aveva promesso di fare la sua parte ma non è ancora arrivato nulla". Il prelato si riferisce all'assemblea pubblica di qualche mese fa quando il primo cittadino Michele Emiliano promise fondi per la Parrocchia ma senza dare una cifra esatta: "Che fine hanno fatto i fondi?", si chiede e in attesa che da Palazzo di Città arrivino risposte, chiude: "Aspettiamo qualche tempo e vediamo che succede ,ma nel frattempo partiamo con il primo cantiere". Insomma, la speranza è l'ultima a morire.

Potrebbe interessarti

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

  • Forno a microonde, quali sono i reali rischi per la salute?

  • ''La Uascèzze''

I più letti della settimana

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Punta la pistola contro universitari e pretende di parcheggiare: "Toglietevi da lì", paura per 3 ragazzi a San Pasquale

  • Da Giovinazzo a Fesca trasportata dal mare mosso: gabbia per l'allevamento pesci recuperata dalla Guardia Costiera

  • In arrivo un'altra ondata di maltempo: allerta arancione per martedì, previsti temporali e grandine

  • Furbetti del cartellino all'ospedale San Giacomo di Monopoli: i nomi dei 13 arrestati

Torna su
BariToday è in caricamento