Chiesa del Redentore e oratorio dei Salesiani: dove sono le strisce pedonali?

Le due strutture affiancate che insistono su via Martiri d'Otranto e accolgono giornalmente centinaia di baresi, del Libertà e non solo, non hanno, in corrispondenza ai loro ingressi, gli attraversamenti per chi va a piedi. Eppure c'è un nutrito passaggio di auto

Via Martiri d’Otranto, una strada tanto frequentata dai baresi del quartiere Libertà e non solo che tutti conoscono. Il motivo? Proprio su quella strada c’è sì la scuola elementare San Giovanni Bosco, ma ci sono anche due punti strategici per la socialità e la convivialità di un intero rione: la chiesa del Redentore e l’oratorio dei salesiani.

I due centri raccolgono giornalmente decine e decine di cittadini, chi per le funzioni religiose, soprattutto nelle ore mattutine e del tardo pomeriggio, per non parlare delle domeniche, chi per partecipare alle tantissime iniziative che l’oratorio salesiano mette a disposizione dei ragazzi della zona. Non dimentichiamo che intere generazioni sono cresciute lì dentro, intere generazioni sono state tolte dalla strada proprio attraverso la funzione sociale di quei luoghi.



Sia il Redentore che l’oratorio insistono entrambi e in linea su via Martiri d’Otranto, un’arteria che collega corso Italia a via Nicolai. Essendo questa una zona ad alto traffico veicolare, proprio per la sua disposizione strategica, la domanda è: dove sono le strisce pedonali? Non ce ne sono, almeno in prossimità dell’ingresso della chiesa e dell’oratorio. Non ci sono neppure in direzione delle due rampe. E allora, che fare? Il pedone che vuole attraversare come può sentirsi tutelato dalle auto che spesso, indifferenti, sfrecciano?

E che dire della scuola elementare San Giovanni Bosco? Come dimostrano le fotografie, sulle strisce pedonali mezze sbiadite che ci sono, c’è chi ha pensato bene di metterci i cassonetti, piuttosto che lasciare libero il passaggio e permettere il transito ai bambini. Anche qui, in direzione del portone, niente attraversamenti per chi va a piedi. Le uniche strisce accessibili sono quelle a destra, vicino all’edicola. Ma anche in questo caso vederle è veramente difficile. Eppure, come accade davanti ad altre scuole del murattiano e non solo, gli attraversamenti in queste aree dovrebbero essere a rilievo, rispetto al manto stradale, e avere un fondo rosso visibile in qualsiasi condizione meteo e a qualsiasi ora.

Allora la domanda è: come è possibile che in un’area che raccoglie giornalmente centinaia di persone non ci siano delle strisce pedonali?
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Comunali Bari 2019

    Salvini in via Sparano tra sostenitori e contestatori: "A Bari si può cambiare. I cittadini? Scelgono candidato giusto"

  • Politica

    VIDEO | Tra striscioni di protesta e maschere di Zorro, il corteo degli antisalviniani sfila per il centro

  • Comunali Bari 2019

    Comunali 2019, la sfida per la presidenza nel Municipio 3: i candidati si presentano

  • Cronaca

    Bimbo figlio di due donne, ok dei giudici alla trascrizione dell'atto di nascita

I più letti della settimana

  • Pesciolini d'argento in casa: cosa sono e come difendersi

  • Trema la terra nel Nord Barese: scossa di terremoto avvertita anche a Bari, gente in strada

  • Traffico di droga sull'asse Verona-Bari: colpita 'cellula' del clan Di Cosola, 19 arresti

  • Approvato il piano assunzionale 2019 in Regione: previsti 416 nuovi contratti

  • L'autista cade dal tir e il mezzo prosegue la sua corsa: inseguimento da film sulla A14

  • Colpo all'alba in via Dante: furto nella gioielleria Gabriella Trizio

Torna su
BariToday è in caricamento