Chiesa del Redentore e oratorio dei Salesiani: dove sono le strisce pedonali?

Le due strutture affiancate che insistono su via Martiri d'Otranto e accolgono giornalmente centinaia di baresi, del Libertà e non solo, non hanno, in corrispondenza ai loro ingressi, gli attraversamenti per chi va a piedi. Eppure c'è un nutrito passaggio di auto

Via Martiri d’Otranto, una strada tanto frequentata dai baresi del quartiere Libertà e non solo che tutti conoscono. Il motivo? Proprio su quella strada c’è sì la scuola elementare San Giovanni Bosco, ma ci sono anche due punti strategici per la socialità e la convivialità di un intero rione: la chiesa del Redentore e l’oratorio dei salesiani.

I due centri raccolgono giornalmente decine e decine di cittadini, chi per le funzioni religiose, soprattutto nelle ore mattutine e del tardo pomeriggio, per non parlare delle domeniche, chi per partecipare alle tantissime iniziative che l’oratorio salesiano mette a disposizione dei ragazzi della zona. Non dimentichiamo che intere generazioni sono cresciute lì dentro, intere generazioni sono state tolte dalla strada proprio attraverso la funzione sociale di quei luoghi.



Sia il Redentore che l’oratorio insistono entrambi e in linea su via Martiri d’Otranto, un’arteria che collega corso Italia a via Nicolai. Essendo questa una zona ad alto traffico veicolare, proprio per la sua disposizione strategica, la domanda è: dove sono le strisce pedonali? Non ce ne sono, almeno in prossimità dell’ingresso della chiesa e dell’oratorio. Non ci sono neppure in direzione delle due rampe. E allora, che fare? Il pedone che vuole attraversare come può sentirsi tutelato dalle auto che spesso, indifferenti, sfrecciano?

E che dire della scuola elementare San Giovanni Bosco? Come dimostrano le fotografie, sulle strisce pedonali mezze sbiadite che ci sono, c’è chi ha pensato bene di metterci i cassonetti, piuttosto che lasciare libero il passaggio e permettere il transito ai bambini. Anche qui, in direzione del portone, niente attraversamenti per chi va a piedi. Le uniche strisce accessibili sono quelle a destra, vicino all’edicola. Ma anche in questo caso vederle è veramente difficile. Eppure, come accade davanti ad altre scuole del murattiano e non solo, gli attraversamenti in queste aree dovrebbero essere a rilievo, rispetto al manto stradale, e avere un fondo rosso visibile in qualsiasi condizione meteo e a qualsiasi ora.

Allora la domanda è: come è possibile che in un’area che raccoglie giornalmente centinaia di persone non ci siano delle strisce pedonali?
 

Potrebbe interessarti

  • Perchè le zanzare pungono proprio te?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • C'era una volta la 'Cialdèdde'

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

I più letti della settimana

  • Nubifragio nella notte in città, tromba d'aria a Torre a Mare: danni alle barche e ai locali della piazzetta

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Furti di auto nei park & ride e nei parcheggi degli ospedali: i nomi dei 6 arrestati

  • "Due minuti per un furto", presa banda di ladri d'auto: colpi nei park&ride e negli ospedali

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Da Giovinazzo a Fesca trasportata dal mare mosso: gabbia per l'allevamento pesci recuperata dalla Guardia Costiera

Torna su
BariToday è in caricamento