"Spiaggette di ciottoli ed aree a terra pronte entro giugno", nuovo sopralluogo sul cantiere del waterfront

Sul posto la Commissione consiliare comunale ai Lavori pubblici e l'assessore Galasso: "Piazza sul mare pronta entro fine anno". In arrivo anche i primi bagni prefabbricati

Due spiaggette di ciottoli pronte entro fine giugno, bagni pubblici in arrivo e zone interne fruibili a breve: sono alcuni degli esiti del sopralluogo di questa mattina della Commissione consiliare Lavori Pubblici del Comune assieme all'assessore Giuseppe Galasso sul cantiere del waterfront di san Girolamo, ormai aperto da circa 3 anni. L'opera, attesa dai residenti stufi dei disagi di lavori che durano da tempo, altre parti aperte nelle prossime settimane. A breve infatti, entro il 20 maggio, dovrebbero terminare i lavori di ripascimento della prima spiaggetta di ciottoli a nord e, conseguentemente, sarà sbloccato anche il tratto a terra che verrà dotato di pavimentazione, diventando percorribile. Stesso discorso per la zona a sud, che verrà completata entro fine giugno. Nelle due aree saranno inoltre collocati alcuni bagni pubblici al servizio dei bagnanti.

Piazza sul mare pronta a fine anno

Per quanto riguarda il blocco centrale, invece, bisognerà attendere la fine dell'anno: al momento si stanno ultimando le finiture edili dell'edificio della piazza sul mare, con la posa di intonaci e il montaggio dei rivestimenti esterni in pietra bianca, assieme alle travi frangisole in legno:“Abbiamo potuto verificare insieme alla commissione l’andamento dei lavori sul cantiere che procede rapidamente - ha commentato Giuseppe Galasso - anche per quanto riguarda la messa a punto e il ravvio delle attività balneari dei due lidi privati presenti sul waterfront. Quindi, alla fine del mese di giugno, residenti e cittadini baresi potranno contare sulla disponibilità di tutti i lidi, quelli privati, quelli più grandi oggetto del ripascimento con ciottoli di piccola dimensione e le altre due spiagge libere contigue a quelle private”.

Galasso: "Richieste di riserve per 11 milioni? Cifrà sarà molto più bassa"

Nel corso del sopralluogo, la consigliera comunale Irma Melini ha chiesto chiarimenti sul costo finale dell'opera, affermando che vi sarebbero 11 milioni di euro in richiest di riserve dalla ditta che sta eseguendo i lavori: "La cifra - spiega Galasso - è in corso di valutazione anche da parte dei tecnici comunali. Riteniamo che possa essere sensibilmente più bassa poiché vi sono numerose controdeduzioni da parte nostra. In ogni caso, il tutto sarà oggetto di un tavolo, anche a riguardo delle penali per i ritardi che stiamo subendo".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola esplosi per strada a San Pio: morto pregiudicato 39enne

  • Agguato a San Pio, indagini a tutto campo per l'omicidio Ranieri: forse faida interna agli Strisciuglio

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

Torna su
BariToday è in caricamento