Madonnella, crollano calcinacci dal ponte pedonale. Lacarra: “In settimana le verifiche”

Dopo tre anni dai lavori di consolidamento, il cavalcavia che collega viale Imperatore Traiano con via Messapia torna a perdere pezzi. L'assessore ai Lavori Pubblici: "Andrebbe rifatto nuovo, ma i costi da sostenere sono enormi"

Piovono calcinacci. Ed ancora una volta compaiono le transenne. E’ quello che succede su viale Imperatore Traiano, sul ponte pedonale che ponte3-2collega la zona sud del rione Madonnella con Japigia. Centinaia di persone lo percorrono ogni giorno sia da una parte che dall’altra. In particolare sono i residenti del quartiere umbertino ad averne maggiore bisogno, perché dall’altra parte del ponte trovano diversi servizi. Due giorni fa sono crollati  numerosi calcinacci, segno del disfacimento complessivo della struttura, solo tre anni fa oggetto di un lavoro di consolidamento. Gli addetti della polizia municipale hanno posizionato alcune transenne, ma tra i residenti inizia a serpeggiare forte preoccupazione. “Tre anni fa chiusero il ponte per lavori di rafforzamento e questi sono i risultati  - afferma Nicola G. -. Siamo stati alcuni mesi senza percorrerlo e per noi fu un grandissimo problema”. Ma anche per residenti di Japigia la chiusura del ponte fa paura: “E’ l’unica possibilità per raggiungere a piedi il Parco Perotti o la spiaggia di Pane e pomodoro – spiega Mauro Cami -. Se chiudono il ponte prenderemo le auto e non sarebbe affatto positivo”. Intanto sul ponte appaiono i ferri ponte2 (1)-2arrugginiti che sostengono l’armatura della struttura. Le recinzioni dello scorso cantiere non sono mai sparite, ma sono rimaste a difesa dei pilastri che reggono il cavalcavia.

Sul caso è intervenuto l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Marco Lacarra:  “In settimana i tecnici eseguiranno i controlli circa la tenuta statica della struttura, dopodiché decideremo il da farsi”. “Quel ponte andrebbe rifatto nuovo, ma avrebbe dei costi enormi che, in vista della scomparsa dei binari, non avrebbe senso sostenere. Piuttosto verifichiamo se è necessario fare un intervento di ulteriore consolidamento statico”.

In settimana i tecnici del Comune faranno le verifiche in loco e subito dopo il 1 maggio si comprenderà il destino del ponte. “Per il momento – conclude Lacarra -  i cittadini possono percorrerlo, ma nei prossimi giorni daremo indicazioni più chiare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha un malore alla guida e finisce contro un'auto: incidente mortale a Poggiofranco

  • Blitz a Bari, raffica di arresti nel clan Parisi-Palermiti-Milella: smantellati arsenale da guerra e traffico di droga

  • Vigilessa 'stagionale' arrestata a Bari: è stata trovata con 50 grammi di eroina

  • Colpo al clan Parisi-Palermiti-Milella: i nomi degli arrestati nel blitz dei carabinieri a Bari

  • Capodanno a Bari con lo show in piazza Libertà: anche quest'anno il concerto in diretta su Canale 5

  • Terremoti e rischio tsunami, nel passato maremoti tra Bari e il Gargano. "Adriatico una casa in cui spostiamo sempre i mobili"

Torna su
BariToday è in caricamento