giovedì, 24 aprile 20℃

Botte e minacce ai genitori per ottenere denaro, arrestato 21enne a Carrassi

I maltrattamenti si ripetevano ormai da anni, tanto da costringere la madre a trasferirsi presso alcuni parenti per sfuggire ai comportamenti violenti del figlio

Redazione 7 agosto 2012

Botte, minacce, maltrattamenti verbali e fisici per costringere i genitori a consegnargli il denaro di cui aveva bisogno. Dieci euro o anche 400, per il 21enne non faceva differenza: pretendeva il denaro, e subito, e se i genitori non lo accontentavano erano guai.

Una situazione insostenibile, che pure si ripeteva da anni, tanto da costringere la madre ad abbandonare la propria abitazione e a rifugiarsi a casa di alcuni parenti pur di sfuggire alle angherie del figlio violento.

Annuncio promozionale

Sono stati gli stessi genitori a raccontare la loro storia agli agenti del commissariato di Bari Carrassi, intervenuti per arrestare il 21enne in seguito all'ennesimo episodio di violenza. Il ragazzo, ancora minorenne, era stato coinvolto in diversi episodi violenti e nel 2009, era stato già arrestato una prima volta per i reati di sequestro di persona, lesioni personali e rapina.

Carrassi
arresti
maltrattamenti in famiglia

Commenti